jane foster

Dopo essere stato messo da parte per un po’ di tempo, il personaggio di Jane Foster è finalmente pronto a fare il suo ritorno nel MCU nell’attesissimo Thor: Love and Thunder, in cui è stato già confermato che assumerà l’identità di Mighty Thor.

Nei fumetti, Jane assorbe i poteri di Thor, inclusa la capacità di brandire il Mjolnir, dopo che le viene diagnosticato un cancro. Tuttavia, non è ancora chiaro se il film tratterà anche la storyline della malattia del personaggio. In attesa di saperne di più, in una recente intervista con Vanity Fair, Natalie Portman ha parlato proprio del suo ritorno nel longevo franchise di successo, sviscerando i dettagli in merito al duro allenamento che ha dovuto seguire per la prima volta in vista dell’inizio della produzione e per tutto il tempo delle riprese, per interpretare al meglio il ruolo del supereroe.

“È stato davvero divertente”, ha spiegato il premio Oscar. “Ho lavorato con un allenatore, Naomi Pendergast, per circa quattro mesi prima dell’inizio della produzione, e poi ovviamente per tutto il periodo delle riprese. Ci siamo allenate moltissimo con i pesi e ho dovuto bere molti frullati proteici. Un allenamento con i pesi massimi che non avevo mai fatto prima. Certo, non ho mai mirato a diventare ‘ingombrante’. Era un allenamento molto fisico, quindi c’è stato molto lavoro sull’agilità e anche sulla forza.”

Thor: Love and Thunder è il titolo ufficiale del quarto capitolo sulle avventure del Dio del Tuono nel MCU, ma ad impugnare il Mjolnir stavolta sarà Jane Foster, interpretata di nuovo da Natalie Portman, come confermato sabato durante il panel dei Marvel Studios al Comic-Con. L’uscita nelle sale è fissata invece al 6 maggio 2022.

Taika Waititi tornerà alla regia di un film dei Marvel Studios dopo Thor: Ragnarokcosì come Chris Hemsworth e Tessa Thompson riprenderanno i rispettivi ruoli di Thor e Valchiria dopo l’ultima apparizione in Avengers: Endgame. Nel cast anche Christian Bale nei panni del villain Gorr il Macellatore di Dei, e Russell Crowe in quelli di Zeus. L’ispirazione del progetto arriva dal fumetto “The Mighty Thor”, descritto da Waititi come “la perfetta combinazione di emozioni, amore, tuono e storie appassionanti con la prima Thor femmina dell’universo“.