Safe House – Nessuno è al sicuro: dal cast al finale, quello che c’è da sapere sul film

-

La carriera del premio Oscar Denzel Washington si alterna prevalentemente tra grandi drammi impegnati come Barriere e thriller d’azione come The Equalizer. Proprio in quest’ultimo genere si colloca anche Safe House – Nessuno è al sicuro (qui la recensione), film del 2012 diretto da Daniel Espinosa, regista anche di Life – Non oltrepassare il limite e di Morbius. Con questo suo primo lungometraggio in lingua inglese, scritto da David Guggenheim, egli non ha però raccontato di alieni o vampiri.

La storia di questo film ruota infatti intorno ad un ambiente, quello della safe house, luoghi nascosti o privati dove si può trovare protezione da ogni pericolo possibile. Naturalmente, quando l’anonimato di questi luoghi viene meno hanno inizio una serie di problemi per chi vi si trova dentro, costretto a scappare per rimanere vivo. È ciò che accade anche ai due protagonisti di questo adrenalinico thriller, affermatosi come un grandissimo sucesso di pubblico.

Il film affronta inoltre il tema della fuga di notizie pericolose, una realtà quanto mai attuale e sempre scottante, che spinge a riflettere sulle destabilizzazioni che si scaturiscono da tali sottrazioni. In questo articolo, approfondiamo alcune delle principali curiosità relative a Safe House – Nessuno è al sicuro. Proseguendo qui nella lettura sarà possibile ritrovare dettagli relativi alla trama, al cast di attori e alla spiegazione del finale. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Safe House - Nessuno è al sicuro trama film
Denzel Washington e Ryan Reynolds in Safe House – Nessuno è al sicuro. Foto di Universal Pictures – © 2012 Universal Studios.

La trama di Safe House – Nessuno è al sicuro

Protagonista del film è il giovane agente della CIA Matt Weston, il quale per sua indole sperava di essere assegnato ad incarichi che prevedessero azione o pericolose indagini sul campo. Egli, invece, viene inviato a fare da custode ad una safe house nella cittadina di Cape Town, in Sudafrica. Frustrato da tale posizione lavorativa, Matt trova il suo unico svago nel tormentare in continuazione il proprio capo, David Barlow, cercando di convincerlo a fargli ottenere incarichi più importanti e dinamici.

Ciò che Matt non sa, è che quello che chiede e desidera sta per verificarsi proprio in quello sperduto e silenzioso rifugio. Tobin Frost, un ex agente della CIA, viene catturato e portato nella safe house per essere interrogato sotto tortura dai suoi ex-compagni. In quel mentre una squadra di mercenari li attacca e uccide quasi tutti gli agenti. Tobin, portato via da Matt Weston, dovrà di malavoglia fare coppia con lui per sfuggire ai mercenari.

 

Il cast del film e la tortura a cui si è sottoposto Denzel Washington

Come anticipato, tra i protagonisti del film si ritrova il due volte premio Oscar Denzel Washington. Egli ricopre qui il ruolo del ricercato Tobin Frost, personaggio a cui l’attore si è interessato sin dalla prima lettura della sceneggiatura. Washington decise di sottoporsi anche ad alcune vere torture al fine di poter comprendere meglio la situazione di Tobin. Egli è così stato realmente sottoposto al waterboarding per alcuni istanti.

Questa consistente nell’immobilizzare un individuo in modo che i piedi si trovino più in alto della testa e versargli acqua sulla faccia in modo che, entrando dagli orifizi respiratori, stimoli il riflesso faringeo che provoca l’effetto di annegamento. A seconda delle tecniche di esecuzione, la tortura dell’acqua può non condurre a danni fisici permanenti, anche se in ogni caso provoca dolore estremo. Sono possibili diversi danni fisici che psichici.

Safe House - Nessuno è al sicuro cast Ryan Reynolds
Ryan Reynolds in Safe House – Nessuno è al sicuro. © 2012 – Universal Pictures. All right reserved.

Accanto a lui, nei panni del giovane agente Matt Weston vi è invece l’attore Ryan Reynolds, oggi noto come protagonista dei film di Deadpool. Brendan Gleeson compare invece nel rolo di David Barlow, superiore di Matt alla safe house. L’attrice Vera Farmiga, oggi celebre per la saga di The Conjuring, interpreta qui Catherine Linklater, colei incaricata dell’interrogatorio a Frost. Sam Shepard è Harlan Whitford, direttore della CIA. L’attore libanese Fares Fares è invece presente nei panni del criminale Vargas.

La spiegazione del finale del film

Verso il finale del film, Frost rivela di essere in possesso di un dispositivo di archiviazione dati contenente le prove di corruzione e concussione che coinvolgono la CIA, l’MI6 e altre agenzie di intelligence, messe insieme da un rapporto del Mossad. In seguito, Barlow rivela di essere il datore di lavoro di Vargas e che il dispositivo contiene prove contro di lui. In una sparatoria che ne consegue, sia lui che Frost vengono feriti a morte.

Quest’ultimo, prima che sia troppo tardi, consegna però il dispositivo a Weston. Egli fa a quel punto trapelare i file ai media, incriminando il personale di molte agenzie di intelligence, tra cui il direttore Harlan Whitford. Weston si reca poi Parigi e osserva di nascosto la sua ex fidanzata Ana mentre è seduta con gli amici in un caffè. Lei lo nota dall’altra parte della strada e sorride prima che lui si allontani, soddisfatto che lei sia al sicuro.

Il trailer di Safe House – Nessuno è al sicuro e dove vedere il film in streaming e in TV

È possibile fruire del film grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Safe House – Nessuno è al sicuro è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Google Play, Apple TV, Prime Video e Netflix. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video.

Gianmaria Cataldo
Gianmaria Cataldo
Laureato in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dal 2018. Da quello stesso anno è critico cinematografico per Cinefilos.it, frequentando i principali festival cinematografici nazionali e internazionali. Parallelamente al lavoro per il giornale, scrive saggi critici e approfondimenti sul cinema.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

ALTRE STORIE

Resurrected spiegazione finale

Resurrected: la spiegazione del finale del film horror

Una tipologia di opere tanto recente quanto apprezzata è quella del screenlife film (o first person shot), in cui lo schermo cinematografico diventa lo...
- Pubblicità -