Voldemort

Per quanto sia noto, grazie al grande successo della saga di Harry Potter, Voldemort rimane uno dei villain più misteriosi per i più, soprattutto perché i misteri legati al suo passato, al suo nome e alla sua vita sono stati raccontati principalmente nei romanzi.

I quella sede, JK Rowling ci ha offerto uno sguardo interessante sul suo passato e sulla sua infanzia, dipingendo l’immagine di un personaggio profondamente turbato e afflitto da grande conflitto interiore. Molto di questo tende a cadere nel dimenticatoio quando ci si approccia solo ai film della saga, quindi qui si prova a raccontare quali sono i segreti e i dettagli della vita di Voldemort che non tutti conoscono.

6Tutto quello che non sai su Voldemort

Hogwarts
 

Voleva insegnare a Hogwarts…

Subito dopo essersi diplomato a Hogwarts, Tom Riddle chiese all’allora preside Armando Dippet se poteva rimanere nel castello, in veste di insegnante di Difesa contro le arti oscure. Brillante com’era, la sua richiesta non era poi fuori luogo, ma visto che aveva solo 18 anni, Dippet gli consigliò di tornare a chiedere la cattedra qualche anno dopo.

Abbastanza sicuro di sé, una decina di anni dopo, tornò a Hogwarts e fece di nuovo la richiesta di insegnare lì, ma intanto Silente era diventato il Preside della scuola, ed essendo già a conoscenza del fatto che il giovane mago si faceva già chiamare Lord Voldemort, decise di rifiutargli la cattedra, pur non potendo fare ancora nulla per fermarlo o incriminarlo. Ma dal libro sappiamo che probabilmente Riddle aveva già cominciato a produrre i suoi Horcrux quando si presentò da Silente, dieci anni dopo il diploma.

… ma maledisse quella cattedra perché non era stato assunto

Dal momento che la cattedra di Difesa contro le arti oscure non gli venne assegnata, Lord Voldemort la maledisse, avvezzo com’era ad ottenere sempre tutto ciò che desiderava. Così, tutti i professori che vennero scelti per ricoprire il ruolo, da allora in avanti, non durarono più di un anno, fino ai giorni in cui Harry stesso arrivò a Hogwarts e la sua storia accademica lo conferma.

Come afferma Silente nel sesto romanzo, Harry Potter e il principe mezzosangue, “Vedi, non siamo stati in grado di mantenere un professore di Difesa contro le Arti Oscure per più di un anno da quando ho rifiutato l’incarico a Lord Voldemort.” Raptor, Allock, Lupin, Moody, Umbridge e Piton si sono infatti avvicendati alla cattedra nel corso dei sei anni di scuola di Harry!

Lui e Harry Potter sono imparentati (alla lontana)

Nell’ultimo capitolo della serie, Harry Potter e i Doni della Morte, Rowling inserisce i Doni del titolo nell’equazione, nel suo grande schema narrativo. Questi tre oggetti magici super potenti hanno la fama di rendere immortale colui che li possiede tutti e tre contemporaneamente. C’è la Bacchetta di Sambuco, la più potente al mondo e che si dice sia imbattibile in battaglia, la Pietra della Resurrezione e il Mantello dell’invisibilità.

Harry, come sappiamo, possiede il mantello, che gli è stato lasciato in eredità da suo padre. La famiglia Peverell era la proprietaria originale dei Doni, e questo implica che Harry sia lontanamente imparentato con loro.

Nel frattempo, Voldemort appartiene alla famiglia Gaunt, che si vanta del proprio status di Puro Sangue da generazioni. Trai cimeli di famiglia, custodiscono l’anello di Gaunt, che vede incastonata su di esso la Pietre della Resurrezione. Evidentemente sia Harry che Tom discendono dai Peverell, e sono in qualche modo lontanissimi cugini.

Nessuno pronuncia correttamente il suo nome

Grazie all’immenso successo del franchise di Harry Potter, Voldemort è diventato uno dei cattivi più riconoscibili della storia recente, al pari di Darth Vader e di Joker. Tuttavia, è interessante notare che circa il 99,9% di noi pronunci il suo nome in modo errato.

Come la stessa JK Rowling ha confermato su Twitter nel 2015, la T finale di Voldemort è in realtà silenziosa. Il nome ha origini francesi, e in francese, la T finale non si pronuncia mai!

È un nome piuttosto poetico, in realtà

L’intenzione di Tom Riddle, quando inventò per se stesso il suo nome di guerra, era quella di evocare un nome che fosse minaccioso, per eliminare l’eco di quel babbano “Tom RIddle” ereditato dal padre.

Come sappiamo, quindi, il nome Voldemort è francese. Vol-de-mort si traduce essenzialmente con “fuga dalla morte” o “in fuga dalla morte”, un piccolo riferimento dell’autore riguardo alle motivazioni e alle ambizioni segrete di Riddle, ovvero ingannare la morte stessa.

Indietro