Nonostante quanto visto in WandaVision, Elizabeth Olsen ha confessato che non sapeva quali fossero i piani dei Marvel Studios per il Multiverso fino a quando non ha iniziato a girare Doctor Strange in the Multiverse of Madness. Poco dopo la fine delle riprese dell’acclamata serie Disney+, Olsen è volata a Londra per cominciare le riprese dell’atteso sequel di Doctor Strange

Diretto da Sam Raimi, il sequel dovrebbe mostrarci cosa è successo a Wanda (e di conseguenza a Scarlet Witch, ora che il personaggio ha finalmente accettato la sua identità di strega) dopo la scioccante scena post-credits dell’episodio finale di WandaVision. Nonostante sia stato già menzionato in precedenza, il MCU si prepara ad affrontare concretamente il Multiverso e le sue conseguenze proprio all’interno della Fase 4. In molti speravano che i Marvel Studios avrebbero utilizzato proprio WandaVision per gettare le basi di tale concetto, specie dopo l’entrata in scena del falso Pietro, ma alla fine non è stato così.

Sulla scia del finale della serie, Elizabeth Olsen ha ammesso a Variety (via Screen Rant) che non era a conoscenza del fatto che i Marvel Studios volessero gettare le basi del Multiverso mentre era impegnata nella produzione di WandaVision; l’attrice pensava che il Pietro di Evan Penters fosse soltanto un modo “ingegnoso” per riportare indietro Quicksilver. Tuttavia, quando ha iniziato a lavorare al sequel di Doctor Strange, ha compreso meglio ciò che l’universo condiviso ha in serbo per il suo pubblico.

“Non sapevo del Multiverso quando stavamo girando WandaVision”, ha spiegato l’attrice. “Quindi non potevo immaginare che fosse ciò che stava accadendo. Ho pensato che fosse soltanto un modo intelligente per avere indietro Pietro. Ho capito il piano più ampio relativo al Multiverso solo quando ho iniziato a lavorare a Multiverse, cioè al sequel di Doctor Strange.”

Doctor Strange in the Multiverse of Madness vedrà Benedict Cumberbatch tornare nel ruolo di Stephen Strange. Diretto da Sam Raimi, il sequel vedrà anche Wanda Maximoff/Scarlet Witch (Elizabeth Olsen) assumere un ruolo da co-protagonista dopo WandaVision.

La sceneggiatura del film porterà la firma di Jade Bartlett e Michael Waldron. Oltre a Cumberbatch e Olsen, nel sequel ci saranno anche Benedict Wong (Wong), Rachel McAdams (Christine Palmer), Chiwetel Ejiofor (Karl Mordo) e Xochitl Gomez (che interpreterà la new entry America Chavez).

Doctor Strange in the Multiverse of Madness arriverà al cinema il 25 marzo 2022. Le riprese sono partite a Londra a novembre 2020 e avranno luogo anche a New York, Los Angeles e Vancouver. Nel sequel dovrebbe apparire in un cameo anche Bruce Campbell, attore feticcio di Sam Raimi. Al momento, però, non esiste alcuna conferma in merito.