Ryan Coogler Black Panther

Il mondo è rimasto letteralmente sconvolto quando, lo scorso agosto, è arrivata la notizia della tragica scomparsa di Chadwick Boseman. L’attore stava combattendo una lunga battaglia contro il cancro e coloro che lo conoscevano di persona hanno dovuto fare i conti non soltanto con la perdita di un illustre collega ma anche di un carissimo amico.

Per molto tempo c’è stata parecchia incertezza in merito al futuro del franchise di Black Panther, fino a quando il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige non ha ufficializzato il sequel, confermando che Boseman non sarebbe né stato ricreato in CGI né sostituito da un altro attore. All’epoca della morte dell’interprete di T’Challa, il regista Ryan Coogler aveva già terminato la sceneggiatura, che ha dovuto poi riscrivere dal momento che il personaggio del Re di Wakanda non sarà più al centro della storia.

Ora, in una recente intervista con The Hollywood Reporter, è stato proprio Coogler ha spiegare perché ha deciso di rimanere a bordo del progetto Marvel nonostante la dipartita di Boseman. “È difficile, ma devi comunque andare avanti quando perdi una persona a te cara. So che Chad non avrebbe voluto che ci fermassimo. Era una persona che aveva molto a cuore il concetto di collettività. E per lui, Black Panther era quello. È entrato a far parte del progetto prima di chiunque altro… prima che venissi assunto io, prima che venisse assunto qualsiasi altro attore.”

“Sul set del film, anche se stava passando quello che stava passando, era comunque a disposizione di tutti”, ha continuato Coogler. “Aveva tutto sotto controllo. Voleva assicurarsi che le cose andassero bene e che tutti si sentissero a loro agio. Anche se non fosse stato il protagonista del film, sarebbe comunque rimasto a bordo del progetto… chissà, forse per aiutare gli altri attori con le loro interpretazioni o con le loro battute. Quindi non avrei mai potuto decidere di non dirigere il sequel. Me lo immagino mentre mi urla contro: ‘Cosa stai facendo?’. Quindi si va avanti.”

Black Panther 2 arriverà nelle sale l’8 luglio 2022. Il presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige, ha confermato che T’Challa, il personaggio interpretato al compianto Chadwick Boseman nel primo film, non verrà interpretato da un altro attore, né tantomeno ricreato in CGI. Il sequel si concentrerà sulle parti inesplorate di Wakanda e sugli altri personaggi precedentemente introdotti nei fumetti Marvel.

Letitia Wright (Shuri), Angela Bassett (Ramonda), Lupita Nyong’o (Nakia), Danai Gurira (Okoye), Winston Duke (M’Baku) e Martin Freeman (Everett Ross) torneranno nei panni dei rispettivi personaggi interpretati già nel primo film. L’attore Tenoch Huerta è in trattative con i Marvel Studios per interpretare il villain principale del sequel.