Superman Returns film

Nell’immaginario collettivo, Superman è il supereroe per eccellenza. Caduto sulla terra da un pianeta lontano, egli usa i suoi incredibili poteri per combattere le minacce che mettono a repentaglio la vita della razza umana e della terra. Protagonista di una lunga lista di fumetti, film e cartoni animati, è da decenni a questa parte tra le icone più popolari della cultura di massa, un vero e proprio simbolo del bene che lotta contro il male. L’ultima volta che il supereroe era stato visto al cinema era il 1987, ma per la gioia dei fan è tornato a calcare il grande schermo nel 2006 con Superman Returns, diretto dal regista Bryan Singer, già celebre per aver diretto la trilogia degli X-Men.

Ambientato nell’epoca contemporanea, il film venne sviluppato da Singer come un vero e proprio sequel di Superman II, del 1980. Ignorò dunque gli eventi dei due film successivi, concentrandosi sul dar vita ad un ritorno sul pianeta Terra del celebre supereroe. Non avendo mai letto i fumetti dedicati al personaggio, il regista decise di basarsi unicamente sulla visione dei primi film, in particolare proprio del Superman del 1978. Questo lo influenzò molto nella scrittura del suo film, fino al punto di spingerlo ad inserirvi una serie di rimandi nostalgici allo stile visivo e narrativo del film con l’amato Christopher Reeve.

Costato circa 200 milioni di dollari, Superman Returns arrivò ad incassarne circa 390 a livello globale. L’entusiasmo dei fan e della critica fu pressocché unanime, dimostrando così il mai sopito interesse nei confronti del più forte dei supereroi. Prima di intraprendere una visione del film, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi alla trama, al cast di attori e al suo sequel. Infine, si elencheranno anche le principali piattaforme streaming contenenti il film nel proprio catalogo.

Superman Returns: la trama del film

Dopo cinque anni lontano dal pianeta Terra, Superman decide di tornare su questa e riprendere la vita che lì aveva lasciato. La sua ricerca del luogo natale non ha portato a nessun risultato, lasciando intendere al supereroe di essere l’ultimo rimasto della sua specie. Assunta nuovamente l’identità di Clark Kent, questi si trova a dover accettare i numerosi cambiamenti verificatisi durante la sua assenza. La sua amata Lois Lane, ad esempio, è ora una giornalista affermata, fidanzata con Richard White, da cui ha avuto anche un bambino. Oltre a ciò, l’assenza del vigilante ha portato la criminalità a diventare estremamente più dilagante in città.

In questo contesto particolarmente complesso, il supercriminale Lex Luthor è ora libero dalla sua prigione, e giura vendetta contro Superman, suo acerrimo nemico. Stavolta l’occasione per arrivare a governare il mondo intero sembra essere più concreta che mai. Entrato in possesso delle tecnologie più avanzate di Krypton, Luthor punta a sconfiggere Superman attraverso il suo unico punto debole. Con il complicarsi della situazione, il supereroe dovrà dunque riuscire a gestire il delicato equilibrio tra la propria vita privata e l’attività pubblica, impegnandosi per sconfiggere il male e riportare il mondo alla normalità.

Superman Returns cast

Superman Returns: il cast del film

Nella ricerca dell’attore perfetto per vestire i panni di Superman, il regista desiderava avvalersi di un volto poco noto. Dopo aver incontrato diversi candidati, Singer ebbe modo di imbattersi in Brandon Routh. Conosciutisi in un bar per parlare del progetto, l’attore per l’agitazione rovesciò tutto il caffè sul tavolo. Temette allora di aver rovinato tutto e perso la sua possibilità di entrare a far parte del film, ma in realtà quell’incidente convinse Singer che Routh poteva benissimo interpretare il maldestro e timido Clark Kent. Per interpretare questo, Routh ha dichiarato di essersi ispirato al celebre Reeve, precedente volto del supereroe. Si è inoltre sottoposto ad un allenamento intensivo, al fine di ottenere la massa muscolare richiesta.

Accanto a lui, nei panni del malvagio Lex Luthor, vi è il due volte premio Oscar Kevin Spacey. La parte fu scritta appositamente per lui, e si dovette attendere diversi mesi prima che l’attore si liberasse da precedente impegni. Nei panni di Lois Lane vi è invece Kate Bosworth. Fu Spacey a consigliarla caldamente, e l’attrice si rivelò infine la candidata perfetta. Per dar vita al personaggio, la Bosworth ha raccontato di essersi ispirata ad attrici come Katherine Hepburn e Julia Roberts. James Marsden è Richard White, fidanzato di Lois Lane, mentre Frank Langella è suo padre Perry White. L’attrice Parker Posey interpreta qui Kitty Kowalski, amante di Luthor, mentre Eva Marie Saint è Martha Kent. Nel film compare anche, attraverso immagini di repertorio, l’attore Marlon Brando, nei panni di Jor-El, padre biologico di Superman.

Superman Returns: il sequel, il trailer e dove vedere il film in streaming e in TV

Sin da subito il film era stato pensato come il primo di nuovi titoli dedicati al personaggio. Nonostante la buona accoglienza di pubblico e critica, i produttori della Warner Bros. si dissero insoddisfatti del risultato del film, il quale non ha raggiunto la cifra da loro sperata. Estremamente contrario a tale opinione era lo stesso Singer, il quale giudicava i 400 milioni di incasso più che sufficienti per dar vita ad un sequel. Questo fu inizialmente accordato, ma con un budget più basso rispetto al suo predecessore. Tuttavia, a causa di continui ritardi, il progetto venne infine annullato. Si preferì infatti dar vita ad un vero e proprio reboot del saga, concretizzatosi poi nel 2013 con L’uomo d’acciaio.

In mancanza di un vero e proprio sequel, è comunque possibile fruire di Superman Returns grazie alla sua presenza su alcune delle più popolari piattaforme streaming presenti oggi in rete. Questo è infatti disponibile nei cataloghi di Rakuten TV, Chili Cinema, Google Play, Apple iTunes, Netflix, Amazon Prime Video e Tim Vision. Per vederlo, una volta scelta la piattaforma di riferimento, basterà noleggiare il singolo film o sottoscrivere un abbonamento generale. Si avrà così modo di guardarlo in totale comodità e al meglio della qualità video. Il film è inoltre presente nel palinsesto televisivo di mercoledì 10 marzo alle ore 21:00 su canale 20 Mediaset.

Fonte: IMDb