L’universo cinematografico Marvel si espande fino alle culle dei bambini. L’Huffington post rivela i dati della U.S. Social Security Administration: nel 2020 c’è stato un rialzo nei nomi ispirati ai personaggi della Marvel. Loki è il primo, Valkyrie e Thanos seguono. Non mancano bambini di nome Bucky e Quill. In 13 anni di storia, i fan sono cresciuti insieme al franchise e ai suoi personaggi. Da adulti, cercano di passare ai figli le loro passioni, letteralmente fin dalla nascita.

 
 

L’influenza del mondo Marvel nella vita dei fan va oltre le feste a tema, gli eventi e le chat sui social. I dati della U.S. Social Security Administration hanno mostrato come sempre più bambini prendono il nome da personaggi popolari della Marvel: nel 2020, sono nati 135 bambini di nome Loki, mentre 128 bambini sono stati chiamati in onore di Valchiria. Nel 2017, erano 75. Anche Thanos è diventato un nome da bambino abbastanza popolare, con il 2019 che ha visto 18 bambini chiamati come il criminale. Altri personaggi popolari della Marvel hanno ispirato i genitori americani: ci sono stati 9 bambini di nome Bucky e 47 di nome Quill, ispirati rispettivamente al Soldato d’Inverno (Sebastian Stan) e a Star-Lord (Chris Pratt)

La propensione a chiamare i propri figli come i personaggi della cultura pop non è una novità. È sempre accaduto con le rockstar, le star del cinema e delle serie televisive più popolari. Certo è un dato significativo per la Marvel, sempre più un punto di riferimento culturale per le giovani (e future) generazioni.

La serie Marvel Loki

Loki è una sere televisiva realizzata da Michael Waldron e prodotta dai Marvel Studios. Gli interpreti principali sono Tom Hiddleston (Loki), Guru Mbatha-Raw, Wunmi Mosaku, Owen Wilson, Sophia Di Martino, Sasha Lane.

Basata sul personaggio omonimo dei fumetti Marvel Comics, la storia di Loki si svolge dopo gli eventi del film Avengers: Endgame. La prima stagione fa parte della Fase Quattro del MCU.

La serie è disponibile su Disney+.