Justice League

Zack Snyder ha commentato per la prima volta le accuse secondo cui Joss Whedon avrebbe assunto un comportamento anti-professionale sul set delle riprese aggiuntive di Justice League. Whedon è subentrato a Snyder dopo che il regista ha dovuto abbandonare il progetto a causa di una tragedia familiare. La mossa della Warner Bros. non è mai stata approvata da Snyder, i cui piani originali per il film sono stati letteralmente stravolti.

 
 

Il film arrivato nelle sale nel 2017, infatti, era tutto fuorché la versione che Snyder aveva in mente di realizzare. La durata del film era stata drasticamente ridotta e il tono narrativo era diventato certamente più “leggero” rispetto a quelli più dark a cui Snyder aveva da sempre abituato il suo pubblico. Dopo alcuni anni, e grazie al sostegno dei fan, la Warner Bros. ha deciso di finanziare e distribuire la Snyder Cut, ossia la versione del cinecomic che rispecchierà al 100% la visione di Snyder. Il debutto di questo nuovo taglio è ormai imminente: arriverà in contemporanea in America e nel resto del mondo (Italia inclusa) a partire dal prossimo 18 marzo.

La scorsa estate, l’attore Ray Fisher, che in Justice League interpreta il ruolo di Cyborg, ha rivelato che Joss Whedon ha agito in modo non professionale durante i reshoot del film. Le accuse di Fisher hanno portato non solo ad altre accuse contro il regista di The Avengers (da parte di altri attori che avevano lavorato con lui in passato), ma anche ad un’indagine interna alla Warner Bros. che alla fine si è conclusa con una misteriosa “azione correttiva” sulla quale non sono mai stati forniti maggiori dettagli.

Zack Snyder parla del comportamento di Joss Whedon sul set di Justice League

Di recente Zack Snyder ha parlato con il New York Times della tanto attesa Snyder Cut di Justice League e, per la prima volta, ha commentato brevemente le accuse che sono state mosse a Joss Whedon e ciò che è accaduto durante le riprese aggiuntive del cinecomic. A Snyder è stato chiesto se fosse a conoscenza di ciò che stava accadendo, con il regista che ha risposto: “Non in quel momento”. Tuttavia, ha condiviso il suo sostegno nei confronti del cast e della troupe del film.

“L’ultima cosa che volevano fare era chiamarmi, lamentandosi del fatto che avevano difficoltà a girare”, ha dichiarato Snyder. “Ma, guardando al passato, mi dispiace che abbiano dovuto affrontare tutto ciò. Mi dispiace davvero. Questi ragazzi sono miei amici, sono attori fantastici e sono persone molto forti. Voglio che si prendano cura di loro e che possano lavorare in un ambiente sano. Ad ogni modo non ero presente, quindi la tua opinione è probabilmente valida quanto la mia.”

Zack Snyder’s Justice League uscirà in streaming il 18 marzo 2021 su HBO Max in America e, in contemporanea, su Sky e NOW TV in Italia. Il film durerà 242 minuti (quattro ore circa) e sarà diviso in sei capitoli e un epilogo.

Justice League è il film del 2017 diretto da Zack Snyder e rimaneggiato da Joss Whedon. Nel film recitano Henry Cavill come SupermanBen Affleck come BatmanGal Gadot come Wonder WomanEzra Miller come Flash, Jason Momoa come Aquaman e Ray Fisher come Cyborg. Nel cast figurano anche Amber HeardAmy AdamsJesse EisenbergWillem DafoeJ.K. Simmons e Jeremy Irons. I produttori esecutivi del film sono Wesley Coller, Goeff Johns e Ben Affleck stesso.