Antonio Banderas: 10 cose che non sai sull’attore

-

Tra i più celebri attori spagnoli ad aver raggiunto il successo a livello mondiale, Antonio Banderas vanta una carriera ricca di importanti titoli e prestigiosi riconoscimenti. Negli anni ha oltrepassato i confini nazionali per affermarsi anche in quel di Hollywood, dove ha avuto modo di diventare un interprete sempre più quotato e apprezzato.

Ecco 10 cose che non sai su Antonio Banderas.

Parte delle cose che non sai sull’attore

Antonio Banderas Dolor y gloria

Antonio Banderas: i film in cui ha recitato

10. Ha preso parte a celebri lungometraggi. Banderas esordisce sul grande schermo con il film Labirinto di passioni (1982), di Pedro Almodovar, con il quale tornerà a recitare anche per Matador (1986), Donne sull’orlo di una crisi di nervi (1988) e Légami (1989). Negli anni successivi recita poi in titoli come La casa degli spiriti (1993), con Meryl Streep, Philadelphia (1993), con Tom Hanks, Intervista col vampiro (1994), Four Rooms (1995), Evita (1996), La maschera di zorro (1998), con Anthony Hopkins, Femme fatale (2003), Frida (2002), con Salma Hayek, C’era una volta in Messico (2003), Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni (2010), La pelle che abito (2011), I mercenari 3 (2014), Knight of Cups (2015), Black Butterfly (2017), La vita in un attimo (2018), Panama Papers (2019), Dolor y gloria (2019), con Penelope Cruz, e Dolittle (2020).

9. È un noto doppiatore. Banderas si è inoltre fatto apprezzare per aver prestato la voce al personaggio del gatto con gli stivali nei film d’animazione Shrek 2 (2004), Shrek terzo (2007) e Shrek e vissero felici e contenti (2010), dove ha collaborato con Eddie Murphy e Cameron Diaz, anche loro doppiatori per i film. Ha poi avuto uno spazio tutto suo con lo spin-off Il gatto con gli stivali (2012), dedicato esclusivamente alle avventure del proprio personaggio.

8. Ha ricevuto una nomination al premio Oscar. Nel 2020 Banderas ottiene una nomination come miglior attore per il film Dolor y gloria ai prestigiosi premi Oscar. Nonostante le tante apprezzate interpretazioni della sua carriera, questa era la prima volta che Banderas veniva nominato al premio, e anche se non ha riportato la vittoria, ha simbolicamente inaugurato una nuova fase della propria attività di attore.

Antonio Banderas: chi è sua moglie

7. È stato sposato con una nota attrice. Nel 1996 Banderas ha sposato l’attrice Melanie Griffith, celebre protagonista del film Una donna in carriera. Nello stesso anno è nata la loro unica figlia. Negli anni la coppia ha anche recitato insieme in alcuni film, come Pazzi in Alabama e il fantascientifico Automata. Nel 2014, tuttavia, i due annunciano di essersi separati, divorziando poi ufficialmente nel 2015.

Antonio Banderas: il suo patrimonio

6. È un attore molto ricco. Particolarmente prolifico, negli anni Banderas non si è limitato alla sua attività di interprete, ma ha ricoperto anche ruoli di regista e produttore. È stato inoltre protagonista di numerose campagne pubblicitarie. Tutte i lavori da lui svolti lo hanno portato ad ottenere uno status sempre maggiore, che gli ha permesso di arrivare a importanti guadagni, con un patrimonio oggi stimato di circa 45 milioni di dollari.

Parte delle cose che non sai sull’attore

Antonio Banderas Zorro

Antonio Banderas è Zorro

5. Ha rifiutato l’utilizzo di controfigure. Data la grande presenza di sequenze dinamiche e di combattimento, la produzione aveva previsto una serie di controfigure che potessero sostituire Banderas. Questi, tuttavia, fu irremovibile a riguardo, volendo eseguire da sé ogni scena del film, anche la più rischiosa. Preparatosi a dovere, l’attore fu dunque in grado di non avere necessità di essere sostituito.

4. Si è esercitato con la spada. Elemento imprescindibile di Zorro è la sua spada. Per poterla maneggiare al meglio e in totale sicurezza, l’attore è stato addestrato da Bob Anderson, vera e propria leggenda nell’uso di tale arma. Banderas si è inoltre esercitato con il team olimpico spagnolo di scherma. Stando a quanto da questi riportato, egli si è distinto come uno spadaccino formidabile.

Antonio Banderas in Dolittle

3. Ha avuto un ruolo nel nuovo film dedicato al personaggio. Nel 2020 l’attore torna al cinema con il film Dolitte, con protagonista Robert Downey Jr.. Qui Banderas interpreta re Rassouli, a capo di una celebre isola di ladri. Questi nutre particolare odio nei confronti del protagonista, per un particolare legame che li unisce. Tuttavia, nel momento del bisogno non mancherà di rivelarsi magnanimo.

Antonio Banderas in Dolor y gloria

2. Ha lavorato molto sul personaggio. In Dolor y glori, Banderas è il regista Salvador Mallo, ispirato proprio allo stesso Almodovar. Per la sua interpretazione, Banderas ha dichiarato di aver lavorato molto sul decostruire l’animo del personaggio, cercando di esaltare le sue piccole particolarità. Per l’attore, era importante non dar vita ad un’imitazione di Almodovar, quanto ricercare invece una diversa versione di quella stessa personalità.

Antonio Banderas: età e altezza

1. Antonio Banderas è nato a Málaga, in Spagna, il 10 agosto 1960. L’attore è alto complessivamente 175 centimetri.

Fonte: IMDb

Gianmaria Cataldo
Gianmaria Cataldo
Laureato in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dal 2018. Da quello stesso anno è critico cinematografico per Cinefilos.it, frequentando i principali festival cinematografici nazionali e internazionali. Parallelamente al lavoro per il giornale, scrive saggi critici e approfondimenti sul cinema.

Articoli correlati

- Pubblicità -
 

ALTRE STORIE

Resurrected spiegazione finale

Resurrected: la spiegazione del finale del film horror

Una tipologia di opere tanto recente quanto apprezzata è quella del screenlife film (o first person shot), in cui lo schermo cinematografico diventa lo...
- Pubblicità -