Uscito nelle sale nel 2014, Captain America: The Winter Soldier è il nono film del Marvel Cinematic Universe e secondo capitolo sulle avventure di Steve Rogers ambientato ai giorni nostri.

L’episodio diretto da Anthony e Joe Russo ricevette il plauso della critica, che l’ha paragonato a capolavori della storia del cinema come I Tre giorni del Condor, oltre a rilanciare sul grande schermo la figura del Soldato d’Inverno interpretato da Sebastian Stan.

Ma quanti segreti sulla lavorazione del film conoscete e quanti vi sono sfuggiti? Ve li elenchiamo qui sotto:

1Emilia Clarke e Felicity Jones potevano essere Sharon Carter

emilia clarke

Uno dei principali argomenti di discussione su Captain America: The Winter Soldier è stato l’introduzione di Sharon Carter, personaggio che svolge un ruolo importante nella vita di Steve Rogers nei fumetti. Sullo schermo Emily VanCamp ha interpretato l’agente dello SHIELD, anche se prima di lei diverse attrici vennero scritturate per un provino.

Fra queste c’erano Jessica Brown Findlay (Downton Abbey), Emilia Clarke (Il trono di spade), Felicity Jones (Rogue One: A Star Wars Story) e Alison Brie (Community).

Il cameo di Joss Whedon

Quando Captain America: The Winter Soldier è uscito nelle sale Joss Whedon stava ancora lavorando su Avengers: Age of Ultron, e per omaggiare il “padrino” dei Marvel Studios i fratelli Russo decisero di includerlo nel film con un piccolo cameo.

Il regista appare poco prima che Steve Rogers entri nello Smithsonian, mentre la telecamera riprende con una panoramica la mostra fotografica di Capitan America. Appena vengono mostrate le scale mobili, potete scorgere Whedon con addosso una maglietta di Cap, scendere le scale con un bambino al suo fianco.

Michael B. Jordan aveva sostenuto il provino per Falcon

Black Panther

Michael B. Jordan ha conquistato tutti grazie alla sua interpretazione di Eric Killmonger in Black Panther, nonostante il flop dei Fantastici Quattro. Tuttavia prima dei Marvel Studios ci sono stati tempi duri per l’attore, che faticava a trovare i ruoli giusti.

In un’intervista Jordan ha infatti confessato di aver sostenuto un provino per recitare la parte di Harry Osborn in The Amazing Spider-Man 2, e per quello di Falcon in Captain America: The Winter Soldier. Lo avreste visto bene nei panni della spalla di Cap?

Il riferimento a Wargames

Non è un mistero che i fratelli Russo vengano da una cultura geek molto forte, e non hanno mai mancato di inserire nei loro lavori omaggi o riferimenti a film che amano. Come quando in Captain America: The Winter Soldier appare un easter egg relativo a WarGames, pellicola cult del 1983 con Matthew Broderick.

In una scene vediamo infatti Vedova Nera avviare un computer e dopo chiedere a Steve RogersFacciamo un gioco?“. La risposta di Cap è una chiara citazione a WarGames: “Mi piacerebbe. Che ne dici della guerra globale termonucleare?“.

Più tardi fu proprio Joe Russo a rivelarlo in un’intervista: “Penso che abbiamo scritto quella battuta cinque minuti prima di girare. A volte capita che stai lavorando ad una scena e hai la sensazione che non stia funzionando…così decidi di giocare d’istinto“.

Il paragone con Star Wars

star wars

Paragonare qualsiasi film a Star Wars è rischioso, visto quanto la saga di George Lucas ha significato e significa per i suoi appassionati, tuttavia quando i fratelli Russo si presentarono nell’ufficio di Kevin Feige è proprio questo il nome che fecero per impressionarlo.

È una delle prime cose che abbiamo detto a Kevin quando ci siamo incontrati: questo è Star Wars, un conflitto interiore tra due membri della stessa famiglia. Hai un protagonista e il suo migliore amico che è essenzialmente suo fratello, entrambi con lo stesso livello di potenza, che stanno combattendo per principi opposti“. Voi avevate notato questo parallelismo?

Successivo