Gemme dell'Infinito

Il nuovo film Marvel Studios, Gli Eterni, potrebbe risolvere l’ultimo mistero che aleggia intorno alle Gemme dell’Infinito. Nel 2012, i Marvel Studios hanno introdotto Thanos nella scena post-credit di The Avengers. All’epoca non si avevano piani specifici per il Titano Pazzo, ma c’era solo il desiderio di rivelare che, dietro l’invasione dei Chitauri causata da Loki, ci fosse una minaccia cosmica. Ma questa idea ispirata, nata da un’intuizione di Joss Whedon, era destinata a trasformare l’intero universo cinematografico Marvel.

 
 

La Marvel guardò alla Fasi 1 e si rese conto di aver introdotto potenti oggetti che potevano essere ricollegati come alle Gemme dell’Infinito. E così le prime tre fasi dell’MCU sono diventate la Saga dell’Infinito, con Thor (Chris Hemsworth) che in Avengers: Age of Ultron, ha identificato l’entità della minaccia che incombeva sui Vendicatori e sulla Terra, quando dice, a fine film, che qualcuno stava giocando una partita molto più complicata, usandoli come pedine. Il climax si è dispiegato in Avengers: Infinity War, quando Thanos (Josh Brolin) è uscito delle ombre e ha collezionato con successo le Gemme dell’Infinito. La storia dei potenti oggetti, apparentemente, termina quando Thanos le distrugge all’inizio di Avengers: Endgame. Ma, in realtà, rimane un ultimo mistero.

Secondo il Collezionista (Benicio del Toro), le Gemme dell’Infinito erano originariamente singolarità che precedevano l’universo stesso. Furono forgiate in forma lingotti concentrati da forze sconosciute e sembrano essere stati rivendicati dall’antica razza conosciuta come i Celestiali. In Guardiani della Galassia, il Collezionista ha fatto comparire delle visioni che mostravano un Celestiale che con la Gemma del Potere, la viola, giudicava interi mondi, mentre in Avengers: Endgame Nebula (Karen Gillan) si riferiva al pianeta Vormir – il mondo in cui è nascosta la Gemma dell’Anima – come “il centro dell’esistenza dei celestiali”. Ma i Celestiali caddero, quasi estinti, e le Gemme dell’Infinito furono disperse. Furono accuratamente nascoste, la Gemma del Potere nascosta su un antico tempio sul pianeta Morag; la Gemma dello Spazio, la Gemma della Realtà e la Gemma della Mente impiantate in altri oggetti; la Gemma del Tempo sorvegliata dai Maestri delle Arti Mistiche; e la posizione della Pietra dell’Anima persa nel mito. Ma chi ha nascosto le Gemme dell’Infinito?

L’ultimo mistero legato alle Gemme dell’Infinito

Ci sono importanti indizi che suggeriscono che le Gemme dell’Infinito siano state nascoste da qualcuno che le aveva trovate, sulla Terra. La Gemma dello Spazio divenne il Tesseract, il gioiello della casa del tesoro di Odino, sorvegliato da un altro dei Nove Reami; la Gemma della Realtà cadde nelle mani degli Elfi Oscuri su un altro dei pianeti dei Nove Reami, collegato alla Terra. La Gemma del Tempo era custodita dai Maestri delle Arti Mistiche a Kamar-Taj, e, secondo il fumetto preludio ad Avengers: Infinity War, i Maestri conoscevano anche il nascondiglio della Gemma del Potere. Tutto ciò suggerisce che i Celestiali persero le Gemme dell’Infinito sulla Terra e furono quindi disperse e nascoste da esseri sconosciuti.

Gli Eterni è l’occasione perfetta per i Marvel Studios per risolvere questo mistero legato alle Gemme dell’Infinito. Il film sembra aver riscritto l’origine degli Eterni, trasformandoli in antichi alieni che furono inviati a proteggere la Terra, presumibilmente dai Celestiali. Il presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige, ha ulteriormente suggerito che Gli Eterni coprirà un arco temporale di decine di migliaia di anni, il che significa che potrebbe mostrare esattamente cosa è successo ai Celestiali e alle Gemme negli anni passati. In tal caso, Gli Eterni diventa essenzialmente un prequel dell’intero Marvel Cinematic Universe, occupando così un posto assolutamente unico in questo universo condiviso.

CORRELATE: 

Gli Eterni, diretto da Chloe Zhao, vedrà nel cast Angelina Jolie (Thena), Richard Madden (Ikaris), Kit Harington (Black Knight), Kumail Nanjiani (Kingo), Lauren Ridloff (Makkari), Brian Tyree Henry (Phastos), Salma Hayek (Ajak), Lia McHugh (Sprite), Gemma Chan (Sersi) e Don Lee (Gilgamesh). La sceneggiatura è stata scritta da Matthew Ryan Firpo, mentre l’uscita nelle sale è stata fissata al 12 febbraio 2021.