Oliver Platt: 10 cose che non sai sull’attore

180
oliver platt chicago med
Oliver Platt and S. Epatha Merkerson in Chicago Med - Fonte: IMDB

Continuiamo il nostro viaggio nell’universo televisivo di Chicago Med e parliamo oggi di uno degli attori più importante della serie, Oliver Platt.

 

Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere su Oliver Platt e sulla sua incredibile carriera divisa tra grande cinema e televisione.

Oliver Platt film

10. Nato il 12 gennaio del 1960 a Windsor, in Ontario, Canada, Oliver Platt ha genitori di origini americane. Sua madre Sheila Maynard è un’assistente sociale mentre il padre, Nicholas Platt lavora negli anni come ambasciatore statunitense in Pakistan, Zambia e Filippine. Entrambi i suoi genitori provengono da famiglie ricche dell’alta società e la sua bisnonna materna, Cynthia Roche, era la sorella di Maurice Roche, nonno materno della principessa Diana.

Oliver è il secondo di tre fratelli, Nicholas Jr. Adam e Adam, ultimo dei quali è un famoso critico gastronomico del New York Magazine. Tra i suoi parenti celebri c’è anche suo zio, il noto architetto statunitense Geoffrey Platt.

9. Grazie alla carriera diplomatica del padre, Oliver ha la possibilità di girare il mondo e trascorre la sua infanzia e adolescenza tra Washington DC, l’Asia e il Medio Oriente. Dopo il diploma, viene ammesso alla Tuft University dove consegue la laurea in arte con specializzazione in recitazione. Sempre più convinto di intraprendere la carriera d’attore, comincia a studiare recitazione alla Shakespeare & Co., una celebre scuola di teatro situata a Lenox, in Massachusetts.

8. La sua carriera cinematografica comincia alla fine degli anni ottanta quando viene scelto per interpretare un ruolo minore nel film Robinson Crusoe – La Storia Vera, diretto da Caleb Deschanel nel 1988.

A quel primo film, ne sono seguiti tanti altri, tra gli anni ottanta e novanta; tra questi ricordiamo Una Vedova Allegra…Ma Non Troppo (1988), Una Donna in Carriera (1988), Linea Mortale (1990), Proposta Indecente (1993), Il momento di uccidere (1996), Gli imbroglioni (1998) e L’uomo bicentenario (1999), diretto da Chris Columbus e con Robin Williams.

Oliver Platt in 2012

Oliver Platt
Oliver Platt in 2012 – Fonte: IMDB

7. Gli anni duemila sono sicuramente molto impegnativi per l’attore che sembra saltare da un set all’altro. Tra i film più importanti della filmografia di Oliver Platt nei primi dieci anni del nuovo millennio ricordiamo Don’t Say a Word (2001), Schegge di April (2003), Kinsey (2004), Casanova (2005) – con Heath Ledger -, Loverboy (2005) – diretto da Kevin Bacon -, Frost/Nixon – Il Duello (2008) e Amore & Altri Rimedi (2010).

Tra i film più amati dal pubblico compresi in questo arco temporale, ricordiamo inoltre 2012, con John Cusack. Diretta da Roland Emmerich nel 2009, la pellicola fa riferimento alla famosa profezia della civiltà Maya che annunciava nel proprio calendario la fine del mondo e della razza umana nell’anno 2012.

Negli anni, la famosa profezia dei maya viene analizzata da astrologi, numerologi e geologi famosi che sembrano confermare l’arrivo di un misterioso evento catastrofico per il pianeta Terra. Nonostante lo scetticismo generale, in un centro di ricerca viene rilevato un riscaldamento decisamente anomalo del nucleo terrestre che potrebbe portare a conseguenze nefaste e a lungo termine.

In 2012, Oliver Platt interpreta il ruolo di Carl Anheuser, capo dello staff del Presidente degli Stati Uniti, unico tramite tra gli scienziati allarmisti, il governo centrale e la stampa.

Oliver Platt in Year One

6. Cambiamo decisamente genere con Year One, film del 2009 con Oliver Platt, Jack Black e Michael Cera.

Diretto da Harol Rami, il film è una commedia che racconta la storia di Zed (Jack Black) e Oh (Michael Cera), due bizzarri e imbranati cavernicoli che lavorano in tandem: mentre uno caccia, l’altro raccoglie. Dopo essere stati banditi dal loro villaggio, Zed e Oh cominciano un lungo viaggio biblico attraverso la terra. I primi che incontrano sul loro cammino sono i celebri Caino (David Cross) e Abele (Paul Rudd) proprio nel momento in cui il primo uccide suo fratello. Il viaggio prosegue con l’incontro di Abramo (Hank Azaria) intento a sacrificare Isacco (Christopher Mintz-Plasse), sacrificio che i cavernicoli riescono con uno stratagemma a fermare. Abramo quindi conduce i viaggiatori a Sodoma sono però vengono catturati dalle guardie e resi schiavi.

year one
Oliver Platt and Michael Cera in Year One – Fonte: IMDB

Tra i personaggi biblici incontrati dai protagonisti ci sono anche Adamo ed Eva, Lilith e il sommo sacerdote. Quest’ultimo, interpretato da Oliver Platt, è Aronne, il primo sacerdote del popolo ebraico, presentato nella Bibbia come fratello di Mosè.

Ovviamente nel film di Harol Rami di biblico non c’è proprio niente; si tratta, infatti, di una commedia a tratti demenziale i cui personaggi sono liberamente ispirati al testo sacro della Bibbia.

5. Dal 2010 a oggi, Oliver Platt prende parte alla realizzazione di tanti altri film come X-Men – L’Inizio (2011), Il Magico Mondo di Oz (2013), La Regola del Gioco (2014), Cut Bank – Crimine Chiama Crimine (2014), The 9th Life of Louis Drax (2016), L’eccezione alla Regola (2016), Shut In (2016) e La Genesi di Wonder Woman (2017).

Oliver Platt serie tv

5. Parallelamente alla sua carriera nel cinema, Oliver Platt si dedica anche alla televisione. I suoi passi sul piccolo schermo risalgono agli anni duemila quando partecipa alla serie Deadline, nel ruolo del protagonista.

Nella serie, ideata da Dick Wolf, Oliver Platt interpreta Wallace Benton, un giornalista di un magazine newyorkese, chiamato il New York Ledger. Wallace lavora con la sua quasi ex moglie e una lunga serie di persone assai bizzarre, usando il suo innato istinto giornalistico per accaparrasi sempre l’ultimo scoop.

Nonostante ci vada giù pesante con gli alcolici, Benton è anche un professore di giornalismo e spesso si serve dei suoi alunni per le sue indagini sull’ultima storia da prima pagina. Dotato di un’ottima parlantina, riesce sempre a ottenere ciò che vuole anche a discapito degli altri.

La serie, brillante sotto ogni aspetto, purtroppo però è andata in onda per una sola stagione e un totale complessivo di 13 episodi, prima di essere cancellata.

Abbandonati i panni del protagonista, negli anni successivi Platt partecipa ad alcune serie tv di successo come West Wing – Tutti Gli Uomini del Presidente (2001-2005), Huff (2004-2005), Nip/Tuck (2007-2008), Bored to Death – Investigatore per noia (2009-2011), The Big C (2010-2013), Fargo (2014), The Good Wife (2015) e Modern Family (2014-2015)

Oliver Platt in Modern Family

modern family
Oliver Platt and Ed O’Neill in Modern Family – Fonte: IMDB

4. Nel 2015, l’attore canadese partecipa come guest star nella famosa serie comedy della ABC, Modern Family.

La serie, creata da Christopher Lloyd e Steven Levitan, racconta, come in una sorta di documentario, della vita di tre diversi nuclei familiari di Los Angeles, uniti da legami di parentela. Tutta la storia è incentrata sui rapporti interpersonali tra i membri delle tre famiglie e sulla loro quotidianità.

A capo della prima famiglia c’è Jay Pritchett (Ed O’Neill), sposato con Gloria (Sofía Vergara), una donna colombiana molto più giovane di lui e madre di Manny (Rico Rodriguez), figlio avuto dalla donna e dal suo precedente matrimonio. La seconda famiglia è invece composta da Claire (Julie Bowen), primogenita di Jay, suo marito Phil (Ty Burrell) e i loro tre figli Haley (Sarah Hyland), Alex (Ariel Winter) e Luke (Nolan Gould). L’ultimo nucleo familiare è quello formato da Mitchell (Jesse Tyler Ferguson), figlio omosessuale di Jay, e dal suo compagno Cameron (Eric Stonestreet), entrambi papà adottivi di Lili (Aubrey Anderson-Emmons), una bambina di origini vietnamite.

Oliver Platt compare nell’episodio 6×20 dal titolo “Knock ‘Em Down” (titolo italiano “Questione di Gusti”). Modern Family è andata in onda sulla ABC dal dal 2009 al 2020 per 11 stagioni e un totale complessivo di 250 episodi.

Oliver Platt Chicago Med

3. Nel 2015 Oliver Platt viene scelto per interpretare uno dei medici della nuova serie della NBC, dal titolo Chicago Med.

Spinoff dell’acclamatissima serie Chicago FireChicago Med, prodotta dal genio televisivo di Dick Wolf, racconta delle vicissitudini di medici e infermieri dell’ospedale Chicago Medical Center.

Tra i personaggi principali abbiamo William Halstead (Nick Gehlfuss) chirurgo e specializzando anziano in Medicina d’Emergenza; Maggie Lockwood (Marlyne Barrett), infermiera caporeparto del Pronto Soccorso; Sharon Goodwin (S. Epatha Merkerson), Direttore Sanitario del Chicago Medical Center; April Sexton (Yaya DaCosta), infermiera; Natalie Manning (Torrey DeVitto), pediatra e specializzanda in Medicina d’Emergenza.

chicago med
Oliver Platt and Rachel DiPillo in Chicago Med – Fonte: IMDB

Ancora, Sarah Reese (Rachel DiPillo), una studentessa del quarto anno di medicina; Ethan Choi (Brian Tee), ex militare e specializzando del terzo anno di Medicina d’Emergenza; Connor Rodhes (Colin Donnell) chirurgo specializzati in Chirurgia d’Emergenza.  e in ultimo Ava Bekker (Norma Kuhling), chirurgo cardio-toracico del Chicago Med.

Nella serie Oliver Platt interpreta Daniel Charles, primario del reparto di psichiatria del Chicago Med. Vedovo della prima moglie, Daniel si risposa una seconda e poi una terza volta. Purtroppo anche il suo terzo matrimonio con una misteriosa donna spagnola finisce e Charles chiede il divorzio. Ha due figlie, Anna, la più giovane e Robin, la più grande, che lavoro come epidemiologa del Chicago Med. Nonostante Daniel sia un eccellente psichiatra, da sempre ha problemi di depressione.

Al momento Chicago Med è arrivato alla sua quinta stagione, non senza stravolgimenti di trama e cast, contando per ora ben 103 episodi.

Oliver Platt e gli episodi crossover di Chicago Med

Chicago Fire, Med, PD
Photo by NBCUniversal/NBCUniversal – © 2015 NBCUniversal Media, LLC – Fonte: IMDB

2.  L’intero universo televisivo di Chicago, creato a Dick Wolf, è molto più intricato di quanto si possa immaginare. Capita spesso – soprattutto durante le prime due stagioni di Chicago Fire – che i personaggi delle tre serie si mixino in uno stesso episodio. Questo stratagemma è stato ideato dagli autori per presentare al pubblico di Chicago Fire, alcuni nuovi personaggi che saranno poi protagonisti degli spinoff Chicago PD, Chicago Med e Chicago Justice.

Quasi tutti i personaggi di ognuna delle serie è comparso in almeno un paio di episodi delle altre due. Oltre alle varie ‘comparsate’, utilizzate più che altro per mantenere una sorta di continuità nell’universo Chicago, ci sono anche gli episodi crossover. Queste particolari puntate sono caratterizzate da storie che mettono in comunicazione tra loro le varie serie e tutti i loro personaggi.

Quel gran burlone di Dick Wolf, tuttavia, continua a complicare le cose aggiungendo all’intricato universo televisivo di Chicago anche alcuni episodi crossover con la famosa e fortunatissima serie crime Law & Order – SVU.

Insomma, se volete iniziare a vedere almeno una di queste serie senza rischiare di perdere pezzi di trama per strada, vi servirà uno schema. Per capire come guardare nell’ordine esatto i vari episodi delle serie Chicago Fire, PD, Med e Justice, vi consigliamo di consultare il validissimo schema de Il Criticatore di Telefilm.

Oliver Platt in Chicago Fire, Chicago PD e Chicago Justice

1.  Troviamo il personaggio di Daniel Charles di Chicago Med nelle puntate 3×19 “I Am The Apocalypse”, 4×03 “I Walk Away”, 4×23 “Superhero”, 5×01 “The Hose of the Animal”, 5×02 “A Real Wake-Up Call”,  5×15 “Deathtrap”e la 5×17 “Babies and Fools” di Chicago Fire.

Ancora, nelle puntate 3×03 “Actual Physical Violence”, 3×04 “Debts of the Past”, 3×05 “Climbing Into Bed”, 3×06 “ You Never Know Who’s Who”, 3×08 “Forget My Name”, 3×10 “Now I’m God”, 3×19 “If We Were Normal”, 3×22 “She’s Got Us” e 4×08 “A Shot Heard Round the World” di Chicago PD.

Il personaggio di compare inoltre anche nelle puntate 1×04 “Judge Not” e 1×07 “Double Helix” di Chicago Justice, il più “giovane” tra gli spinoff di Chicago Fire.

 

Fonte: Wiki, IMDB, Fandom