Loki: i buchi di trama nel MCU che la serie potrebbe sistemare

Il Dio dell'Inganno avrà la capacità di viaggiare nel tempo e nelle varie dimensioni usando la Gemma dello Spazio. Ecco alcuni buchi di trama nel MCU che la serie Loki potrebbe sistemare.

3958

L’attesa serie Loki potrebbe correggere alcuni buchi di trama e alcuni errori creati dall’Universo Cinematografico Marvel attraverso l’espediente del viaggio nel tempo. Avengers: Endgame e Spider-Man: Far From Home hanno ufficialmente segnato la fine della Saga dell’Infinito, e ora i Marvel Studios si preparano a percorrere nuovi territori narrativi attraverso tutta una serie di progetti destinati sia al grande che al piccolo schermo. Tuttavia, ciò non significa che il franchise non possa più rivisitare la propria storia, soprattutto ora che il concetto di viaggio nel tempo è stato definitivamente introdotto.

Viaggiare nel tempo e muoversi attraverso la realtà sarà un fattore molto importante nella Fase 4 del MCU, dal momento che diversi film e serie tv si occupano proprio di linee temporali e dimensioni alternative. Ciò riguarda anche la nuova serie Disney+ incentrata sul personaggio del Dio dell’Inganno. Dopo esserci impossessato del Tesseract e averlo usato per fuggire in Endgame, il villain interpretato da Tom Hiddleston si prepara a viaggiare nel tempo e ad intraprendere nuove avventure in Loki. I dettagli sulla trama dello show non sono ancora stati svelati, così come non sappiamo ancora quando la serie farà ufficialmente il suo debutto. Tuttavia, in precedenza è stato confermato che Loki viaggerà da un’era all’altra, diventando un’improbabile figura chiave in alcuni eventi storici.

È importante sottolineare che gli eventi primari di Loki saranno ambientati in una realtà ramificata secondo le regole del viaggio nel tempo stabilite in Endgame, anche se le leggi del viaggio nel tempo nel MCU stabiliscono che è possibile che gli imbrogli di Loki in passato abbiano già influenzato l’universo condiviso. In sostanza, tutto ciò che il Dio dell’Inganno ha fatto in passato sarebbe già accaduto nella linea principale del MCU: non sta cambiando gli eventi come il pubblico li conosce; sta colmando alcune lacune stabilite e correggendo alcuni celebri errori dell’universo. Le realtà in cui non ha cambiato nulla è rappresentata dai rami alternativi. Poiché lo spettacolo si concentrerà su come il Dio del male può influenzare gli eventi storici, i Marvel Studios potranno utilizzare la serie per affrontare alcune delle deludenti svolte creative del franchise o persino sistemare dei buchi di trama e offrire risposte migliori di quelle che sono già in nostro possesso.

6Il falso Guanto dell’Infinito in Thor

 

Il Thor di Kenneth Branagh del 2011 ha aperto ufficialmente il cubo cosmico del MCU introducendo gli Asgardiani e i Nove Regni. Tuttavia, i Marvel Studios si erano già portati avanti in merito agli easter egg poiché il Guanto dell’Infinito è stato avvistato nel caveau di Odino (Anthony Hopkins) molto prima che venisse conferamta l’esistenza delle Gemme dell’Infinito. Tutto ciò ha afflitto il franchise creando esplicitamente un buco di trama attraverso la scena post-credit di Avengers: Age of Ultron in cui vediamo Thanos (Josh Brolin) indossare il Guanto di metallo nonostante non avesse alcun accesso al tesoro del Padre del Tutto. Thor: Ragnarok ha provato a correggere il problema dicendo tutto ciò che si trovata nella Cripta di Odino era falso, il che solleva in primo luogo una questione: perché Odino avrebbe avuto un Guanto dell’Infinito contraffatto?

Loki potrebbe fornire una risposta divertente a questa domanda. Essendo fedele alla sua natura da imbroglione, il Dio dell’Inganno potrebbe rivelare di aver nascosto il falso Guanto dell’Infinito nel caveau del padre adottivo semplicemente come scherzo o come mezzo per sviare Odino dalle sue avventure nel tempo durante gli eventi di Loki. Combinando il falso Guanto con i poteri di persuasione mentale di Loki, si potrebbe far credere a Odino di avere le Gemme dell’Infinito. Considerando quanti anni aveva il Padre del Tutto – per non parlare di quanti vari ninnoli aveva in suo possesso -, è possibile che non se ne sia nemmeno accorto.

Indietro