Tony-Stark-Steve-and-Peggy-MCU
- Pubblicità -

Come visto in Doctor Strange nel Multiverso della Follia con America Chavez e Clea, l’MCU continua a portare in live-action i personaggi della Marvel Comics. Insieme alle new entry però, storia dopo storia, si accumulano i congedi e gli addii. Salutare un personaggio amato non è mai semplice, ma l’MCU è sempre riuscita a dare spessore ai momenti d’addio.

- Pubblicità -
 

Che si tratti del sacrificio di Tony Stark o del congedo di Steve Rogers, ci sono alcune uscite dall’MCU che hanno celebrato i personaggi con una grande partenza. È interessante rivedere come si sono concluse alcune grandi storie: ecco i dieci addii più emozionanti dell’Universo Cinematografico Marvel.

Loki

Loki-in-Infinity-War

L’addio di Loki dall’MCU è particolarmente sofferto. Il personaggio, nato come un malvagio, arriva ad essere una figura positiva alla fine del suo arco narrativo. Se in precedenza Loki avrebbe lasciato morire suo fratello Thor, in Avengers: Infinity War, il Dio dell’inganno muore proprio nel tentativo di salvare il dio da Thanos.

Considerando l’abitudine di Loki a pugnalare alle spalle, vederlo fare qualcosa di veramente altruista è stato sorprendente: finalmente, l’evoluzione del personaggio era completata. Anche se ha incontrato una fine dolorosa  Loki ha lasciato l’MCU nel momento esatto in cui la sua storia è giunta a conclusione.

Odino

Thor-Ragnarok-Anthony-Hopkins-Odino-MCU

L’austero Odino, svela la sua emotività in punto di morte. Se nei primi due film di Thor il personaggio è indaffarato a sbrogliare gli errori che ha fatto con i suoi figli, nella sua ultima apparizione riesce a risolvere tutte le questioni.

In Thor: Ragnarok, è Odino a muovere l’azione. Ritrovato in punto di morte da Thor e Loki, il padre costringe i due figli a scontrarsi con la malvagia sorella Hela. Poco prima di spirare, Odino perdona Loki per averlo intrappolato sulla Terra e rivela a cuore aperto l’amore per i suoi figli. La morte dell’anziano è emozionante ed è una delle poche pacifiche che l’MCU abbia mai rappresentato.

Colui Che Rimane

Jonathan-Majors-Loki-Colui-Che-Rimane

Nella serie di Disney+ Loki, ci sono interessanti anticipazioni e prefigurazioni. Tra le altre cose, ricordiamo il ruolo di Colui Che Rimane. Anche se il personaggio è morto non molto tempo dopo aver debuttato in live-action, l’uscita di scena di Colui Che Rimane è stata essenziale per far sapere agli spettatori che sarebbero successi grandi eventi.

È Colui Che Rimane che ha dato a Loki e Sylvie la possibilità di ucciderlo per rompere il Multiverso. Il suo passaggio sulla scena ha dato a posteriori senso a tutto ciò che riguarda la TVA e ha anticipato l’arrivo di Kang il Conquistatore come minaccia.

Natasha Romanoff

Natasha-Romanoff-MCU

Anche se poi l’abbiamo rivista nel prequel Black Widow, Natasha Romanoff è morta in Avengers: Endgame. Il vero congedo del personaggio avviene infatti nel suo film da solista. Molti si erano lamentati del fatto che Avengers: Endgame non mostrasse con sufficiente profondità l’impatto della morte di Natasha.

Al contrario, il film da solista ha detto tutto quello che c’era da sapere sul personaggio amato dai fan MCU. Black Widow ha esplorato per bene la storia dell’eroina, fornendo al pubblico dettagli sull’infanzia, sulla famiglia e su ciò che è successo a Budapest.

T’Challa

TChalla-at-Tony-Starks-MCU

Oltre alla morte della variante di T’Challa che abbiamo visto in What If…?, anche nella linea temporale principale dell’MCU Pantera Nera ha affrontato la morte. In Avengers: EndgameT’Challa combatte al fianco dei suoi amici supereroi per salvare tutto l’universo dall’ira di Thanos e, nell’operazione, perde la vita.

T’Challa è stato visto l’ultima volta in compagnia della sua famiglia mentre celebrava il ritorno di tutti coloro che si erano persi nello Snap.

Yondu Udonta

Yondu-Guardiani-della-Galassia-Vol.-2

Il personaggio di Yondu ha avuto un’evoluzione incredibile nel corso della sua storia. Infine, in Guardiani della Galassia- Vol. 2, Yondu sacrifica la propria vita per salvare Star-Lord. Inoltre, in punto di morte, Yondu vive un momento rivelatorio e comprende che il suo più grande traguardo è stato diventare il padre di Star-Lord. 

In questo modo, il personaggio ottiene dai suoi pari il rispetto che cercava: per lui viene allestito dai Ravager un vero e proprio funerale. Molti personaggi MCU farebbero la firma per un congedo simile.

Peter Parker di Andrew Garfield

tobey-maguire-andrew-garfield-spider-man-no-way-home-MCU

Anche se nel franchise di Sam Raimi non è mai stato fatto un congedo adeguato per Spider-Man, nell’MCU Peter Parker di Andrew Garfield ha ottenuto una degna fuoriuscita. In Spider-Man: No Way Home, è lui a salvare MJ. Quest’azione non è soltanto un gesto eroico, ma è come una redenzione per quel Peter che non era riuscito a salvare Gwen nella sua realtà.

Arrivato nell’MCU ancora amareggiato per tutto ciò che gli era successo nel suo universo, ne è uscito come un uomo più soddisfatto. L’incursione del Peter di Garfield dall’MCU ha permesso ai fan di vedere questa versione nuovamente felice. Dopo aver incontrato le sue controparti, Peter è tornato nel suo universo con una visione diversa della vita.

Thanos

Thanos-in-Avengers-Endgame-MCU

Nelle prime tre fasi dell’MCU, Thanos è stato il cattivo principale. La storia del Titano Pazzo volge al termine in Avengers: Endgame. Dal momento che esistono due versioni di Thanos, il personaggio ha ricevuto due congedi, entrambi validi.

L’addio di Thanos non è stato sofferto troppo dal cattivo, che ormai aveva raggiunto il suo obiettivo. Una volta distrutte le Pietre dell’Infinito, la sua vita aveva ottenuto uno scopo e poteva anche essere ucciso. Il congedo di Thanos risulta ben fatto in termini di storia: la sua morte pone fine per sempre alla Guerra dell’Infinito, e permette l’unione di tutti gli eroi dell’universo, entrambi eventi che non sarebbero mai accaduti altrimenti.

Steve Rogers

Steve-Rogers-Peggy-Carter-MCU

Dopo aver vissuto a lungo come un uomo fuori dal tempo e dopo aver combattuto guerre universali, Steve Rogers ha avuto modo di chiudere il suo viaggio come un vero eroe. In Avengers: Endgame, l’Odisseo dell’MCU ha potuto ricongiungersi con la sua dolce metà Peggy Carter.

In questo modo Steve ha trovato un senso di appartenenza che gli era sempre sfuggito ed ha potuto essere veramente felice per la prima volta nella sua vita. Finalmente soddisfatto, Steve ha svolto volentieri il suo ultimo dovere: passare il mantello di Capitan America a Sam Wilson. 

Tony Stark

Tony-Stark-in-Avengers-Endgame

Con Tony Stark è nato l’MCU: serviva necessariamente un congedo adeguato per un personaggio simile. Tony si è sacrificato per completare Snap necessario a sconfiggere Thanos. Con la sua azione, Stark ha posto fine per sempre alla Guerra dell’Infinito. In questo modo, è stato riconosciuto in tutto l’universo come un eroe.

Inizialmente Iron Man è una persona egoista, mentre alla fine della sua storia è diventato un martire. Ciò che rende memorabile il congedo di Tony sono le sue ultime parole. Durante il suo funerale, la famiglia e gli amici ascoltano un ultimo messaggio vocale in cui Stark dice “Ti amo 3000“. Queste parole strappalacrime resteranno a lungo incastonate nella mente dei fan MCU.

- Pubblicità -