Alzi la mano chi di voi non ha almeno una volta visto un cartone animato Disney – Tutta la nostra infanzia ruota attorno ai film d’animazione della Disney, cartoni animati che ci hanno fatto commuovere, piangere e divertire, contribuendo a costruire la personalità che siamo oggi.

Trai cartoni Disney più noti ci sono sicuramente i classici ma come capita l’evoluzione è inarrestabile e viviamo nell’epoca della Pixar che con Disney ha prodotto negli ultimi dieci anni alcuni dei capolavori che rimarranno nella storia dell’animazione.

Ma quali e quanti sono i cartoni Disney e sopratutto qual è la loro cronologia. Per essere certi di conoscerli tutto non potete fare a meno che dare uno guardo all’elenco completo dei cartoni animati della Disney aggiornato al 2017.

ELENCO COMPLETO CARTONI ANIMATI DISNEY

I cartoni animati Disney si possono suddividere in tanto modo ma esiste una struttura che è dettata soprattutto dall’avvento della tecnologia a discapito del disegno tradizionale. In tal senso è corretto concepire l’elenco in due fasi: la prima costituita dai cartoni animati classici Disney, che cono stati realizzato con l’animazione tradizionale; la seconda invece è quelli realizzati attraverso la computer grafica.

La terza divisione che può essere facilmente immaginarla è quando la Disney costruisce il legame forte con lo studio d’animazione della PIXAR. Processo che poi verrà concluso con l’acquisizione da parte del colosso dell’entertainment e che diede i natali alla Disney Pixar.

2Computer Grafica

Dinosauri (Dinosaur), 2000

Dinosauri (Dinosaur) è un film del 2000 diretto da Ralph Zondag ed Eric Leighton, ed è il 39º Classico Disney.  Il film d’animazione racconta di Aladar, il piccolo iguanodonte orfano vive su un’isola con un branco di lemuri che lo hanno adottato, guidati dal severo capo Kron. Quando uno dei meteoriti cade nei pressi dell’isola, il gruppo è costretto a cercare riparo sulla terraferma. Qui incontreranno altri dinosauri e nuovi pericoli ma, secondo Aladar, con lo spirito di adattabilità e la collaborazione, tutto si può risolvere.

Chicken Little – Amici per le penne (Chicken Little), 2005

Chicken Little – Amici per le penne è un film d’animazione statunitense diretto da Mark Dindal e prodotto nel 2005 da parte della Walt Disney Pictures. È considerato il 46º classico Disney secondo il canone ufficiale.

Il film racconta di un piccolo pollo che provoca un diffuso panico quando scambia una ghianda per un pezzo di cielo. Questa divertente avventura vede Chicken Little impegnato a ristabilire la sua reputazione. Ma proprio quando le cose si stanno aggiustando, un pezzo di cielo gli cade realmente sulla testa. A questo punto, una bella dose di suspense, caos e risate accompagnano Chicken Little e la sua banda di amici svitati, Abby Mallard (alias il Ugly Duckling -Brutto Anatroccolo-), Runt of the Litter e Fish Out of Water (Pesce Fuor d’Acqua), mentre cercano di salvare il mondo senza generare il panico nell’intera città. E Chicken Little si renderà conto che, quando si tratta di salvare il mondo, essere un piccolo pollo può rivelarsi una gran fortuna.

Uno zoo in fuga (The Wild), 2006

Uno zoo in fuga (The Wild) è un film d’animazione in CGI del 2006, prodotto dalla Walt Disney Pictures con una collaborazione della C.O.R.E. Feature Animation.

Samson e Ryan sono due leoni, padre e figlio che vivono assieme allo zoo di New York. Stanco di rimanere all’ombra del padre, Ryan sogna di vivere le avventure che il padre, protagonista a suo dire di numerose e leggendarie imprese, gli racconta ogni giorno. Per sua sfortuna rimane intrappolato all’interno di un container per il trasporto di animali e spedito verso un’isola lontana e selvaggia, dove è in corso un’operazione di salvataggio della fauna locale a causa dell’eruzione di un vulcano.

I Robinson – Una famiglia spaziale (Meet the Robinsons), 2007

I Robinson – Una famiglia spaziale (Meet the Robinsons) è un film d’animazione Disney del 2007. È considerato il 47° classico Disney secondo il canone ufficiale (il secondo realizzato con la tecnica della Computer Generated Imagery). Il film è liberamente ispirato al romanzo per bambini A Day with Wilbur Robinson di William Joyce.

Lewis è un ragazzino che è stato lasciato da piccolo dalla madre in un orfanotrofio, in cui è rimasto fino all’età di 12 anni. Nonostante questo, si è appassionato di scienza ed è diventato un geniale piccolo inventore. La sua più grande ambizione è quella di inventare un apparecchio in grado di recuperare e visualizzare i ricordi nella memoria, allo scopo di utilizzarlo su sé stesso per scoprire chi fosse la sua madre naturale. Quando è a un passo dal riuscire nella sua impresa, alla Fiera della Scienza scolastica lo “scanner mnemonico” (tale è il nome che ha dato all’invenzione) che ha appena costruito gli viene rubato da un uomo che porta una bombetta, che se la svigna dopo aver provocato scompiglio. Lewis, vagando disperato sul tetto dell’orfanotrofio, incontra Wilbur Robinson, un ragazzo che si presenta come un poliziotto venuto dal futuro, che cerca di convincere Lewis a non rinunciare alla sua invenzione solo perché sabotata dall’uomo con la bombetta. Lewis non gli crede, e Wilbur gli dimostra la sua provenienza portandolo nel futuro con una macchina del tempo, dopo aver ammesso di non essere un poliziotto.

Bolt – Un eroe a quattro zampe (2008)

Bolt – Un eroe a quattro zampe (Bolt) è un film del 2008 diretto da Chris Williams e Byron Howard.

48º Classico Disney e debutto alla regia di Williams (che aveva lavorato in precedenza su Mulan e Le follie dell’imperatore) e Howard (che aveva lavorato in precedenza su Lilo & Stitch e Koda, fratello orso), è un film animato al computer, prodotto dai Walt Disney Animation Studios e uscito negli Stati Uniti il 21 novembre 2008, distribuito dalla Walt Disney Studios Motion Pictures. In Italia è uscito invece il 28 novembre 2008.

La trama del film è incentrata su un cagnolino bianco di nome Bolt che, dopo aver trascorso tutta la sua vita sul set di una serie televisiva, pensa di avere dei superpoteri. Quando crede che la sua padroncina, Penny, sia stata rapita, si mette in viaggio attraverso il paese per “salvarla”. Come con i precedenti film Disney in CGI Chicken Little – Amici per le penne e I Robinson – Una famiglia spaziale, Bolt venne distribuito anche in Disney Digital 3-D nelle sale attrezzate per esso. Il film venne nominato per una serie di premi, uno dei quali fu l’Oscar al miglior film d’animazione, che venne però vinto da WALL•E.

G – force – Superspie in missione, 2009

G-Force – Superspie in missione (G-Force) è un film live-action in 3D del 2009, prodotto da Jerry Bruckheimer per la Walt Disney Pictures e diretto da Hoyt Yeatman.

Ben è un agente governativo dell’FBI e si incontra con Darwin, un porcellino d’India per decidere il soggetto dell’operazione non autorizzata che impedirà agli Agenti speciali di chiudere il Dipartimento Animale:

Leonard Saber, ex contrabbandiere d’armi è attualmente a capo della Saberling Elettrodomestici ed ha brevettato un microchip in grado di impossessarsi di interi eserciti militari, il nome in codice del chip è CLUSTERSTORM e Darwin avrebbe dovuto scaricare il file con i progetti del CLUSTERSTORM sul suo palmare.

Rapunzel – l’intreccio della torre (Tangled, 2010)

Rapunzel – L’intreccio della torre (Tangled) è un film del 2010 diretto da Nathan Greno e Byron Howard.

Si tratta di un lungometraggio d’animazione in CGI prodotto dai Walt Disney Animation Studios, nonché il 50º classico Disney. La pellicola si basa sulla fiaba tedesca Raperonzolo scritta dai Fratelli Grimm. È uscita nelle sale americane il 24 novembre 2010, e in Italia il 26 novembre.

Come altri racconti dei Fratelli Grimm, anche questa storia è tratta dagli scritti di Giambattista Basile, nel 1632, nel suo “Lo cunto de li cunti” nei quali includeva la storia di Petrosinella, figlia di Pascadozia, golosa di prezzemolo e finita nelle mani di un’orca “…drinta a na torre…” (dentro a una torre).

Attualmente è il 7° classico dei Walt Disney Animation Studios ad aver incassato di più nella storia, con un incasso totale di $591.794.936; è inoltre il film più costoso nella storia dei Classici Disney con un budget di ben $200 milioni.

Ralph Spaccatutto (Wreck it, Ralph!, 2012)

Ralph Spaccatutto (Wreck-It Ralph) è un film d’animazione del 2012 diretto da Rich Moore e con protagonisti del cast vocale originale John C. Reilly, Sarah Silverman, Jack McBrayer e Jane Lynch. I personaggi del film sono personaggi di ipotetici videogiochi, alcuni anche tratti da videogiochi realmente esistenti, che quando i giochi terminano vivono di vita propria in un loro mondo interconnesso; l’ambientazione è paragonabile a una versione elettronica di Toy Story.

Il film, prodotto dai Walt Disney Animation Studios, è considerato il 52º classico Disney secondo il canone ufficiale ed è stato distribuito nelle sale anche in versione 3D. Dopo l’uscita del film, la Disney ha pubblicato un videogioco ispirato al film intitolato Fix-It-Felix. La proiezione del film è stata preceduta dal cortometraggio Paperman.

Il 21 novembre 2018 è uscito nei cinema nordamericani il seguito del film, intitolato Ralph spacca Internet (Ralph Breaks the Internet).

Frozen – Il regno di ghiaccio (Frozen, 2013)

Frozen – Il regno di ghiaccio (Frozen) è un film del 2013 diretto da Chris Buck e Jennifer Lee. È il 53º classico Disney.

Liberamente ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen La regina delle nevi, è un lungometraggio animato al computer, prodotto dalla Walt Disney Animation Studios e distribuito dalla Walt Disney Pictures. Il 2 marzo 2014 si aggiudica due premi Oscar: miglior film d’animazione e miglior canzone (Let It Go in originale, All’alba sorgerò in italiano).

Big Hero 6 (2014)

Dai Walt Disney Animation Studios arriva Big Hero 6, un’originale avventura piena di azione e comicità incentrata sul legame speciale tra un prodigio della robotica e un robot gonfiabile extralarge, che si trovano a dover risolvere un preoccupante mistero.

Tadashi, il fratello maggiore del giovane protagonista Hiro, ha creato un robot ultra moderno di nome Baymax, ideato per prendersi cura delle persone. Fra i programmi di Baymax figura il desiderio “In che modo posso essere d’aiuto?”. Quando un evento devastante si abbatte sulla città di San Fransokyo sconvolgendo la vita di Hiro, lui si rivolge a Baymax e ai suoi migliori amici: l’adrenalinica Go Go Tomago, il maniaco dell’ordine Wasabi No-Ginger, la maga della chimica Honey Lemon e il fanatico Fred. Il film Big Hero 6 è Ispirato all’omonimo fumetto Marvel.

Zootropolis (2016)

Zootropolis è un film d’animazione in computer grafica del 2016 prodotto dai Walt Disney Animation Studios e diretto da Byron Howard e Rich Moore. La pellicola è classificato come il 55° classico Disney ed ha vinto il premio Oscar come miglior film d’animazione di quell’anno.

Oceania (Moana 2016)

Oceania (Moana) è un film d’animazione in computer grafica del 2016 prodotto da Walt Disney Pictures e i Walt Disney Animation Studios e diretto da Ron Clements e John Musker.

Il film, 56º Classico Disney, è stato distribuito nei cinema statunitensi il 23 novembre 2016, mentre in Italia è uscito il 22 dicembre. Insieme a Zootropolis ha segnato la settima volta che due classici Disney sono stati distribuiti nello stesso anno.

La piccola Vaiana Waialiki, figlia ed erede del capo della piccola isola polinesiana di Motunui, viene scelta dall’Oceano stesso per ripristinare il cuore della dea Te Fiti. Crescendo, suo padre Tui le insegna che l’isola ha tutto ciò di cui necessita il suo popolo; purtroppo, anni dopo i pesci cominciano a scarseggiare e la vegetazione a marcire; a quel punto Vaiana propone al padre di superare il reef per trovare più pesce, ma Tui respinge duramente questa proposta, e proibisce a chiunque di navigarvi oltre. Tala, nonna paterna di Vaiana e “matta del villaggio”, mostra così alla nipote una grotta segreta nascosta dietro ad una cascata, dove Vaiana rinviene vecchi relitti di barche che suggeriscono un passato in cui gli antenati degli isolani erano navigatori. Tala consegna così alla nipote il cuore di Te Fiti, conservato sin dal momento in cui Vaiana venne scelta dall’Oceano, e le spiega che l’oscurità liberata da Maui sta cominciando a consumare anche la sua isola. Poco dopo, Tala viene colta da un malore e, prima di morire, sussurra alla nipote di partire alla ricerca di Maui.

Ralph spacca Internet (Ralph Breaks the Internet, 2018)

Ralph spacca Internet (Ralph Breaks the Internet) è un film d’animazione in computer grafica del 2018 diretto da Phil Johnston e Rich Moore.

La pellicola, 57º classico Disney, è il sequel del film del 2012 Ralph Spaccatutto, e vede Ralph immergersi nel mondo di internet, dove incontrerà le principesse Disney e altri celebri personaggi di universi cinematografici come Guerre stellari e Marvel.

A 6 anni dal precedente film, il signor Litwak installa il Wi-Fi nella sua sala giochi, ma momentaneamente è inaccessibile dai personaggi dei videogiochi. Durante un match a Sugar Rush, Ralph scava una pista improvvisata per Vanellope, annoiata dalla sua routine, ma la cosa finisce per mandare il tilt il gioco e accidentalmente si rompe il volante della console. Impossibilitato a comprare un costoso quanto raro ricambio su eBay, Litwak è costretto a scollegare Sugar Rush, sfrattandone i rispettivi personaggi.

Ralph e Vanellope intraprendono così un’avventura nell’internet.

Frozen II – Il segreto di Arendelle (Frozen II, 2019)

Frozen II – Il segreto di Arendelle (Frozen II) è un film d’animazione del 2019 diretto da Chris Buck e Jennifer Lee.

La pellicola, sequel del film del 2013 Frozen – Il regno di ghiaccio e 58º classico Disney, è il film d’animazione ad aver incassato di più nella storia del cinema.

Il film segue le vicende del primo capitolo, andando alla ricerca dell’origine dei poteri di Elsa.