Wonder Woman film

Secondo un nuovo report di The Hollywood Reporter, Joss Whedon avrebbe minacciato di rovinare la carriera di Gal Gadot durante le riprese aggiuntive di Justice League. Quando Zack Snyder lasciò la produzione del cinecomic nel 2017 a causa di un lutto familiare, Whedon venne coinvolto per portare a termina i lavori sul film.

La Warner Bros. sperava di rendere Justice League un prodotto molto più simile a The Avengers, con Whedon che alla fine si ritrovò a cambiare circa il 75% del materiale originale di Snyder. Quando il film uscì nelle sale, venne stroncato dalla critica e generò un diffuso malcontento tra i fan, che alla fine si unirono attraverso i social per spingere la Warner Bros. a distribuire la versione originale di Snyder. Il resto è storia, con la Snyder Cut che è stata ufficialmente distribuita in America su HBO Max dallo scorso 18 marzo.

Durante gli ultimi mesi, prima della release ufficiale del taglio di Snyder, l’attore Ray Fisher, inteprrete di Cyborg nel cinecomic, ha pubblicamente condannato il comportamento di Whedon durante le riprese aggiuntive del film, definendolo “volgare, offensivo, poco professionale e completamente inaccettabile”. Sia Gal Gadot (interprete di Wonder Woman) che Jason Momoa (interprete di Aquaman) hanno palesato il loro sostegno nei confronti delle dichiarazioni di Fisher. In seguito, la Warner Bros. avviò una serie di indagini che portarono ad “un’azione correttiva” i cui dettagli, però, non sono mai stati resi noti.

Justice League e le presunte minacce di Joss Whedon alla carriera di Gal Gadot

Ora, grazie a THR, sono emersi nuovi dettagli sugli atteggiamenti che Whedon avrebbe assunto nei confronti di Gadot. Pare che l’interprete di Diana Prince non fosse soddisfatta della direzione del suo personaggio, tanto in termini di riprese quanto in termini di dialoghi. La cosa avrebbe spinto Whedon a minacciare di rovinare la sua carriera se non si fosse attenuta alle direttive. Inoltre, pare che durante i reshoot il regista abbia anche screditato il lavoro di Patty Jenkins, regista di Wonder Woman con cui Gadot ha un rapporto molto stretto. Una persona che era presente durante le riprese ha rivelato che Whedon si era addirittura vantato del suo atteggiamento nei confronti di Gadot e che avrebbe cominciato a darle battute che sapeva che l’attrice non avrebbe apprezzato in maniera intenzionale.

Ricordiamo che dopo le accuse di Fisher, anche altri attori estranei alla produzione di Justice League sono usciti allo scoperto e hanno pubblicamente denunciato gli atteggiamenti di Whedon, come ad esempio numerosi membri del cast della celebre serie tv Buffy l’ammazzavampiri. Questi ultimi dettagli rivelano che ciò che è accaduto davvero sul set di Justice League è ben lungi dall’aver trovato una risoluzione concreta, nonostante la conclusione delle indagini.

Zack Snyder’s Justice League è uscito in streaming il 18 marzo 2021 su HBO Max in America e, in contemporanea, su Sky e TV in Italia. Il film ha una durata 242 minuti (quattro ore circa) ed è diviso in sei capitoli e un epilogo.

Justice League è il film del 2017 diretto da Zack Snyder e rimaneggiato da Joss Whedon. Nel film recitano Henry Cavill come SupermanBen Affleck come BatmanGal Gadot come Wonder WomanEzra Miller come Flash, Jason Momoa come Aquaman e Ray Fisher come Cyborg. Nel cast figurano anche Amber HeardAmy AdamsJesse EisenbergWillem DafoeJ.K. Simmons e Jeremy Irons. I produttori esecutivi del film sono Wesley Coller, Goeff Johns e Ben Affleck stesso.