avengers 4 Avengers: Endgame

Il co-regista di Avengers: Endgame, Joe Russo, ha dichiarato che il tono del film sarà molto diverso rispetto a quello di Avengers: Infinity War. Tra meno di un mese, i Marvel Studios porteranno a compimento l’arco di 22 film che hanno avuto il via nel 2008, con Iron Man.

Avendo il privilegio e l’onere di seguire un film così ben accolto, la pressione per il regista, suo fratello che ha co-diretto il film, e i due sceneggiatori, Stephen Markus e Christopher McFeely, è senza dubbio altissima.

Disney sta conducendo una campagna di marketing estremamente misurata per Endgame, in modo da non rivelare alcun punto significativo della trama che possa dare al pubblico il minimo sentore di ciò che accadrà nel film. E infatti già la promozione che stiamo avendo sembra un regalo da parte dello studio, visto che si era detto che il film avrebbe avuto una campagna marketing quasi inesistente.

Ma sulla base dei filmati pubblicati finora, Avengers 4 si allontanerà molto dall’atmosfera umoristica per cui è noto il MCU. Il tono è oscuro, gli eroi sono cupi o straziati dal dolore- il che ha senso considerando che sono alle prese con la loro prima sconfitta contro Thanos (Josh Brolin). Rispetto ad Infinity War, Joe Russo dice che l’imminente film Marvel sarà diverso, spiegando perché è stato fondamentale dividere il progetto iniziale in due film.

Parlando con BoxOfficePro, Russo ha spiegato (senza fornire dettagli) come Endgame sia diverso da qualsiasi cosa i fan abbiano visto prima nell’MCU, ed è sicuramente diverso da Infinity War, il che significa che sarà un’esperienza completamente diversa per gli spettatori. A parte il tono, i fan possono anche aspettarsi un cambiamento di prospettiva.

“È difficile rispondere senza dire nulla sulla trama, ma dirò che il film è assolutamente unico nel suo genere. Ha il suo spirito che è diverso da Infinity War, ed è per questo che volevo che i film diventassero due. Certo, stiamo distribuendo una narrazione suddivisa in 22 film. Tuttavia, questo è diverso dal punto di vista tonale rispetto a Infinity War e viene raccontato da un altro punto di vista. Era importante per noi separare questi due film, perché non volevamo fare due volte lo stesso film e differenziare il tono e i punto di vista è un modo per raccontare delle storie diverse”.

Mentre Infinity War era un film di Thanos-centrico, Endgame rimetterà gli eroi rimanenti, in particolare i sei Vendicatori fondatori, al centro. È passato un po’ di tempo da quando i fan hanno visto la line-up completa di eroi, visto come sono andate le cose di recente. Ma considerando quello che è successo in Avengers 3, la squadra deve tornare insieme, questa volta, per vendicare l’intera galassia. Purtroppo, questo potrebbe anche essere l’ultimo atto per alcuni, se non per la maggior parte della squadra originale.

In termini di tono, Infinity War ha fatto un ottimo lavoro infondendo umorismo anche in alcuni momenti molto drammatici, senza mai però rovinare l’atmosfera. In Endgame ci aspettiamo un arco narrativo opposto, che partirà dal suolo, dal grado zero di speranza, a cui i Vendicatori sono ridotti, ora.

Avengers: Endgame, cosa ci dicono i nuovi poster sul film

CORRELATI:

Vi ricordiamo che Avengers: Endgame arriverà nelle nostre sale il prossimo 24 aprile.

Nel cast del film Robert Downey Jr.Chris HemsworthMark RuffaloChris EvansScarlett JohanssonBenedict Cumberbatch, Don Cheadle, Tom HollandChadwick Boseman, Paul Bettany, Elizabeth Olsen, Anthony Mackie, Sebastian Stan, Letitia Wright, Dave Bautista, Zoe Saldana, Josh Brolin, Chris Pratt, Jeremy Renner, Evangeline Lilly, Jon Favreau, Paul Rudd, Brie Larson.

La sinossi:

Dopo gli eventi devastanti di Avengers: Infinity War (2018), l’universo è in rovina a causa degli sforzi del Titano Pazzo, Thanos. Con l’aiuto degli alleati rimasti in vita dopo lo schiocco, i Vendicatori dovranno riunirsi ancora una volta per annullare le azioni del villain e ripristinare l’ordine nell’universo una volta per tutte, indipendentemente dalle conseguenze che potrebbero esserci.