chris evans

L’impegno politico, l’insofferenza verso l’attuale presidente americano, l’ammirazione per Tom Brady, i vecchi amori e le voci su un possibile ritiro dalle scene: si è parlato di questo, e molto altro, nell’intervista dell’Hollywood Reporter a Chris Evans, che tra meno di un mese tornerà (forse per l’ultima volta?) nei panni di Captain America in Avengers: Endgame.

 

Film evento, culmine narrativo di un universo condiviso che non ha precedenti nella storia del cinema, il quarto capitolo sui Vendicatori potrebbe significare – per l’attore – l’addio a Steve Rogers, membro originale del team e figura insostituibile tanto quanto il collega Tony Stark, con il volto e il carisma di Robert Downey Jr.

L’umiltà è ciò che caratterizza Chris“, ha dichiarato Downey. I due hanno recitato insieme in cinque diversi titoli del franchise, primo dei quali è The Avengers del 2012. “E questo è il motivo che lo rende il nostro perfetto team leader […] Avrò girato un centinaio di scene con questo ragazzo, e nessuno mi ha fatto ridere più di lui, eppure ho sempre visto negli ultimi dieci anni il suo tentativo di scuotere l’ansia sociale per crescere e essere sempre più a suo agio nella sua stessa pelle.”

Leggi anche – Chris Evans rivela la sua scena di combattimento preferita di Cap

Prima di indossare il costume di Cap, Evans aveva fronteggiato l’esperienza del fallimento dopo i due Fantastici Quattro diretti da Tim Story, e quando i Marvel Studios decisero di contattarlo per offrirgli il ruolo arrivarono dei “piccoli attacchi di panico” che sommati alle frenetiche settimane di promozione e interviste lo facevano sentire “un po’ giudicato, cosa che mi rendeva incerto su chi fossi, all’epoca“. Fortunatamente ha sempre avuto dalla sua parte Kevin Feige, l’uomo dietro il successo del MCU:

Avevamo il personaggio, tutto era definito, ma mentre continuavamo a non trovare l’attore giusto ci siamo decisi a tornare alla lista iniziale dove c’era anche Chris. All’epoca pensai a Patrick Stewart, che ha interpretato Jean-Luc Picard e Charles Xavier, o a Harrison Ford, che era stato sia Han Solo che Indiana Jones…dunque a chi importava se Chris era stato la Torcia Umana in un altro cinecomic?“.

Nell’intervista c’è spazio per parlare – senza spoiler e piuttosto generalmente – di Endgame e del destino di Steve. Evans sorride e scherza, confessando di aver pianto “tre volte durante la visione di un’ora del film.” Perché Cap muore? “Esatto, morirà tra le braccia di Tony. E sai cosa? Non posso andare oltre.[…] La cosa incredibile è che siano riusciti a montare un trailer, che tra l’altro è pieno di spoiler, ma vedrete…Molti dei personaggi hanno…forse non dovrei dirlo“.

Vi ricordiamo che Avengers: Endgame arriverà nelle nostre sale il prossimo 24 aprile.

Nel cast del film Robert Downey Jr.Chris HemsworthMark RuffaloChris EvansScarlett JohanssonBenedict Cumberbatch, Don Cheadle, Tom HollandChadwick Boseman, Paul Bettany, Elizabeth Olsen, Anthony Mackie, Sebastian Stan, Letitia Wright, Dave Bautista, Zoe Saldana, Josh Brolin, Chris Pratt, Jeremy Renner, Evangeline Lilly, Jon Favreau, Paul Rudd, Brie Larson.

Dopo gli eventi devastanti di Avengers: Infinity War (2018), l’universo è in rovina a causa degli sforzi del Titano Pazzo, Thanos. Con l’aiuto degli alleati rimasti in vita dopo lo schiocco, i Vendicatori dovranno riunirsi ancora una volta per annullare le azioni del villain e ripristinare l’ordine nell’universo una volta per tutte, indipendentemente dalle conseguenze che potrebbero esserci.

Avengers: Endgame, cosa ci dicono i nuovi poster sul film

Fonte: The Hollywood Reporter