Film erotici
- Pubblicità -

Non solo il porno, ma anche i film canonicamente intesi hanno spesso sdoganato pratiche e tabù della sessualità, raccontandola in modo anche molto esplicito al cinema. Spesso fondendosi con altri generi, in particolare il thriller, molti di questi film sono ancora oggi dei veri e propri classici, da guardare non solo per gli scandali generati al loro tempo ma anche per ciò che sono in grado di raccontare di noi e del nostro rapporto con la sfera sessuale, troppo spesso repressa e soggetta a censura. Di seguito, ecco una lista dei migliori film erotici da vedere

Da quelli fondamentali, dove si ritrovano importanti titoli d’autore provenienti da tempi e contesti diversi, fino ai più celebri film erotici italiani, passando infine anche per i film erotici che si possono trovare su Netflix. Ognuno di questi titoli è meritevole di una visione e ognuno di essi offre punti di vista e riflessioni originali sul sesso e la sessualità. Alcuni più provocanti, altri meno, sono tutti ottimi film erotici che ogni appassionato dovrebbe recuperare.

I migliori film erotici

Film erotici fondamentali

Molti dei film qui proposti arrivano da paesi diversi, con punti di vista sulla sessualità dettati dalle influenze culturali e sociali di riferimento. Ognuno di questi titoli, dal più datato al più recente, è però capace di dar vita ad interessanti riflessioni sul tema dell’erotismo. Alcuni sono dei film erotici puri, mentre altri si contaminano con altri generi per dar vita a degli ibridi particolarmente affascinanti. Insomma, ce ne è per tutti i gusti e tra questi film c’è solo l’imbarazzo della scelta.

  • Ecco l’impero dei sensi (1976). Diretto dal regista Nagisa Ōshima e basato su un celebre episodio di cronaca avvenuto nel Giappone degli anni trenta. La pellicola racconta il legame tra la cameriere Sada Abe e Kichizo “Kiki San” Ishida, proprietario della pensione dove lei lavora, è fatto d’un amore totalmente dominato dai sensi. La relazione parte dall’attrazione reciproca, si evlve attraverso l’estasi sensuale per precipitare in un baratro erotico.
  • Attrazione Fatale (1987). Diretto da Adrian Lyne è considerato il film cult nel quale Glenn Close diede vita ad uno dei personaggi più iconici della sua carriera. Dan Gallagher quarantenne avvocato di Manhattan ha una vita tranquilla e una bella famiglia composta dalla moglie Beth e dalla figlia Ellen di 6 anni. Un giorno Dan conosce Alex Forrest, anch’ella avvocatessa, insieme alla quale decide di trascorrere due giorni mentre la moglie è in campagna in visita dai genitori: al termine Dan decide però di tornare alla sua vita. Ma Alex non ci sta e si trasformerà in un vero e proprio incubo per Dan.
  • 9 settimane e ½ (1986). Trai migliori film erotici di sempre, 9 settimane e ½ è il film del 1986 con a Mickey Rourke e Kim Basinger. È interamente ambientato a New York, e si fa notare per il suo erotismo e per aver lanciato le carriere dei due protagonisti.
  • Légami! (1990). Diretto dal regista premio Oscar Pedro Almodóvar, il film racconta di uno psicopatico con problemi emotivi è ossessionato da una porno diva, così la sequestra e la lega al letto per darle tempo di innamorarsi di lui.
  • Basic Instinct (1992) di Paul Verhoven. La misteriosa Catherine Tramell, una scrittrice di romanzi gialli, è sospettata dell’omicidio di una rock star. L’investigatore incaricato di risolvere il caso è il detective Nick Curran, che viene sedotto dalla donna.
  • L’amante (1992). Diretto dal regista francese Jean-Jacques Annaud, la pellicola è ambientata nell’indocina Francese, anni 30. Una maliziosa quindicenne di origini francesi diventa l’amante di un aristocratico trentenne cinese andando contro tutte le convenzioni della società.
  • Eyes wide shut (1999). In altro fuoriclasse della regia, forse il fuori classe per eccellenza, Stanley Kubrick che con il suo ultimo film si cimenta nel genere regalando al cinema uno dei migliori film erotici:  Eyes wide shut è tratto dal romanzo Doppio sogno di Arthur Schnitzler e racconta di una coppia dalla vita idilliaca esplora la propria relazione in un mondo sotterraneo di lussuria e fantasie peccaminose.
  • Y tu mamá también (2001). Diretto da Alfonso Cuarón e presentato alla 58ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, in Y tu mamá también Julio Zapata e Tenoch Iturbide sono due adolescenti messicani, amici per la pelle, alle prese con la scoperta del sesso e della propria personalità. Dopo che le rispettive fidanzate sono partite per le vacanze estive, durante una festa conoscono Luisa Cortés, una splendida ragazza spagnola più grande di loro, moglie di Jano, cugino di Tenoch. Per fare colpo su di lei, i due ragazzi le propongono una vacanza alla baia “Boca del Cielo”, in realtà inesistente. Inizialmente la donna rifiuta ma, a seguito dell’ennesima infedeltà di suo marito, decide di seguire i due increduli ragazzi.

  • Secretary (2002). Diretto da Steven Shainberg, interpretato da James Spader e Maggie Gyllenhaal, e liberamente basato sull’omonimo racconto breve presente nella raccolta del 1988 Cattiva condotta (Bad Behaviour) di Mary Gaitskill, il film racconta di Lee Holloway è appena stata dimessa da un ospedale psichiatrico. Quando inizia a lavorare come segretaria di un giovane avvocato, scopre di aver trovato in Edward Grey l’uomo perfetto per lei.
  • Shortbus (2006). Scritto e diretto da John Cameron Mitchell e presentato al 59º Festival di Cannes. Nel film le avventure erotiche e sentimentali di un gruppo di personaggi emblematici della New York odierna: una sessuologa insoddisfatta, una coppia di omosessuali, una prostituta al servizio di clienti masochisti.
  • Habitation en Roma (2010). Diretto da Julio Medem la pellicola racconta di Alba e Natasha sono due ragazze, una spagnola e l’altra russa, che si incontrano a Roma e trascorrono una notte di passione in una camera d’albergo.
  • Shame (2011). Scritto e diretto da Steve McQueen la pellicola è stata presentata in in concorso alla 68ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. In Shame Brandon, interpretato dall’attore Michael Fassbender,  è un giovane uomo d’affari di New York che vive una vita di totale asservimento a droghe e soprattutto al sesso. La profonda sofferenza per la sua condizione di dipendenza lo porta a desiderare di essere solo.
  • Nymphomaniac – Volume 1 (2013). Il film provocatorio e molto discusso diretto da Lars von Trier con Charlotte Gainsbourg e Stellan Skarsgård. Nel film si racconta la storia di Joe, una ninfomane, che fin da giovanissima ha vissuto la sua vita all’insegna di una passione sfrenata per l’erotismo. Questa ossessione carnale è così forte da aver complicato e condizionato tutte le sfere della sua vita. Attraverso i racconti di Joe, suddivisi in otto flashback (cinque verranno raccontati nel primo volume, gli ultimi tre saranno il plot del secondo volume), si scoprono i tratti più marcati del carattere e della personalità della donna, che ha sempre combattuto contro se stessa, e vengono presentati inoltre i momenti della vita di Joe che l’hanno maggiormente segnata e che l’hanno resa ciò che è oggi.
  • 50 sfumature di grigio (2015) 50 sfumature di grigio, diretto da Sam Taylor-Johnson, è il primo capitolo della trilogia sul BDSM, amato dal pubblico e fatto a pezzi dalla critica. Anastasia Steele è una studentessa alla quale viene assegnato il compito di intervistare il ricchissimo Christian Grey per il giornale universitario. Lui è ricco e potente, e attratto da lei. Lei non ha esperienza, ma è terribilmente attratta da lui, e verrà a conoscenza delle sue preferenze nascoste.
  • Il danno (1992) Diretta da Louis Malle la pellicola è basata sul romanzo Il danno di Josephine Hart e racconta di Stephen Fleming è un importante politico inglese che non riesce a tenere a freno la passione scatenata dalla conoscenza di Anna, la fidanzata del figlio. Nel cast Jeremy Irons nei panni di Stephen Fleming e Juliette Binoche in quelli di Anna Barton.
  • Angel Heart (1987) Diretto da Alan Parker e basato sul romanzo Falling Angel di William Hjortsberg del 1978, il film generò parecchie controversie ed ebbe problemi di censura (soprattutto con la Motion Picture Association of America), a causa delle tematiche e di alcune scene spinte.
  • Crash (1996) Diretto da David Cronenberg, il film è ispirato all’omonimo romanzo di James Graham Ballard del 1973 e racconta del produttore cinematografico James Ballard e la moglie Catherine, che vivono alla periferia di una moderna metropoli, hanno esperienze extraconiugali che si raccontano senza remore, come metodo per tenere alta la tensione sessuale: lei con il suo istruttore di volo da diporto, lui con una montatrice dello studio.
  • Henry & June (1999) Diretto da Philip Kaufman e basato sui Diari della scrittrice francese Anaïs Nin. racconta la storia dell’amicizia intima della stessa Nin con lo scrittore Henry Miller e sua moglie June.
  • Basic Instinct 2 (2006) Diretto da Michael Caton-Jones e sequel del film citato sopra di Paul Verhoeven riprende i personaggi di Joe Eszterhas e il ritorno della femme fatale Catherine Tramell (Sharon Stone), coinvolta in nuovi omicidi a Londra. Stavolta è uno psichiatra, il dottor Michael Glass (David Morrissey), a indagare sul suo conto per Scotland Yard, mentre gli omicidi continuano.
  • La vita di Adèle (2013). Diretto da Abdellatif Kechice e premiato a Cannes, il film ha per protagonista una ragazzina del liceo che incontra una bella e affascinante artista. Tra le due nasce un’intensissima relazione sessuale e sentimentale. Le scene di sesso sono tra le più esplicite e controverse (e lunghe, lunghissime) della storia del cinema.
  • Giovane e bella (2013) Scritto e diretto da François Ozon, il film tratta del tema della prostituzione minorile e racconta di Isabelle, studentessa diciassettenne, durante le vacanze estive perde la verginità in un rapporto del tutto insoddisfacente da parte sua. Tornata in città, dove vive con il fratello minore, la madre e il patrigno, decide di prostituirsi aprendo un sito internet sotto lo pseudonimo di Léa, il nome della nonna materna.
  • Love (2015). Una produzione belga e francese, è uno dei film più espliciti di sempre, diretto dal celebre Gaspar Noé. Parla di Murphy, un americano che vive a parigi e che frequenta una ragazza di noem Electra. Ignari delle conseguenze che avrà sulla loro relazione, i due invitano una bella vicina ad unirsi a loro in camera da letto.
  • 50 sfumature di nero (2016) Cinquanta sfumature di nero è il secondo capitolo tratto dalla serie letteraria. Il film vede un addolorato Christian Grey cercare di persuadere una cauta Ana Steele a tornare nella sua vita. Lei però esige un nuovo accordo in cambio di un’altra possibilità. I due iniziano così a ricostruire un rapporto basato sulla fiducia e a trovare un equilibrio, ma alcune figure misteriose provenienti dal passato di Christian accerchiano la coppia, decise ad annientare le loro speranze di un futuro insieme.
  • 50 sfumature di rosso (2017) Terzo capitolo della trilogia basata sui romanzi di E. L. James, questo vede Jamie Dornan e Dakota Johnson tornare a vestire i panni di Christian Grey e Anastasia Steele, riprendendo il filo rosso degli eventi narrati nei precedenti due film di grande successo del 2015 e del 2016.

Film erotici italiani

Film erotici italiani

Il cinema italiano di genere non è celebre solo per i tanti spaghetti western di Sergio Leone o Sergio Corbucci o per i film horror di autori come Mario Bava, Lucio Fulci e Dario Argento. Un altro genere estremamente affermatosi in modo massiccio tra gli anni Settanta e Ottanta è quello erotico, declinato sia in forma drammatica che comica. Sono tanti gli autori che si sono cimentati con questa tipologia di film, da autori come Bernardo Bertolucci Salvatore Samperi. Tra tutti, quella di Tinto Brass rimane però la filmografia erotica più celebre del cinema italiano.

  • Ultimo tango a Parigi (1972). Il capolavoro di Bernardo Bertolucci con uno straordinario Marlon Brando. Nel film dopo il suicidio della moglie Rosa, il quarantacinquenne Paul, un americano trapiantato a Parigi, sembra avere smarrito ogni ragione di vita. Vagando senza meta per la città, incontra la ventenne Jeanne. Tra i due scoppia una passione travolgente.
  • Nonostante le apparenze… e purché la nazione non lo sappia… All’onorevole piacciono le donne (1977) Diretto dal maestro dell’horror Lucio Fulci, la pellicola racconta dell’onorevole Giacinto Puppis, in corsa per il Quirinale. Sino a quel momento è sempre stato un uomo morigerato, casto e inibito, ma presto scopre le gioie del sesso e ne fa di cotte e di crude, anche in un convento femminile.
  • Avere vent’anni (1978) Con protagonista una delle più celebri attrici sexy italiane, Gloria Guida, nel film due provinciali ventenni, Tina e Lia, giungono in città in autostop. Non sanno nemmeno loro che cosa vogliono e allora si aggregano a una comune.
  • Bambola (1996) Diretto da Bigas Luna, dopo la morte per cirrosi della madre, una donna seducente, Bambola, gestisce una pizzeria insieme al fratello omosessuale Flavio. La reazione ad un tentativo di violenza porta la giovane ad uccidere un uomo.
  • Capriccio (1987) Diretto da Tinto Brass, il film racconta del rapporto tra i due sposini, Fred e Jennifer, È in piena crisi. Decidono di tornare a Capri dove si sono conosciuti e dove sono stati felici. Quando a Fred giunge la notizia di dover andare in Toscana per lavoro, lascia la moglie e il loro figlio Duccio nell’isola. Marito e moglie decidono allora di rivivere vecchie relazioni – lui con la provocante Rosalba, lei con il focoso Ciro – che ridaranno vigore al loro rapporto.
  • Paprika (1991) Uno dei più celebri film erotici italiani di Tinto Brass. Una giovane donna lavora in un bordello, sperando di aiutare il proprio fidanzato a raccogliere i soldi che gli servono per lanciare la propria impresa. Con questo film, il regista ripropone il ripristino delle case di tolleranza, dibattute parecchio, all’epoca, dall’opinione pubblica italiana.
  • Così fan tutte (1992) Un anno dopo Paprika Tinto Brass torna dietro la macchina da presa. Basato in maniera molto libera sull’opera di Mozart, Così fan tutte parla di una donna di 24 anni felicemente sposata che ha un inspiegabile desiderio di vivere la propria vita intensamente, e racconta le proprie avventure erotiche al marito, sperando di risvegliare la passione e smuovere le cose.
  • Monella (1998) Nel 1998 Tinto Brass realizza il suo ultimo film di successo, Monella. Tra i maggiori film erotici italiani, questo titolo ha per protagonista Lola, una sensuale e disinibita ragazza che sta per sposare Masetto, un fornaio molto geloso. Lei però e ansiosa di provare i piaceri del sesso prima del matrimonio, così decide di usare l’astuzia per ingannare il futuro marito.
  • Malena (2000) Il film di successo del 2000 nominato a due premi Oscar e scritto e diretto da Giuseppe Tornatore vede un’avvenente vedova di guerra, desiderata da tutti gli uomini del suo paese, che alimenta le fantasie erotiche del giovane Renato.
  • Melissa P. (2005) Diretto da Luca Guadagnino (2005), prima di Chiamami col tuo nome, è questo un film che ha fatto parecchio scalpore: la storia è quella di un’adolescente che vive con la nonna, le cui prime esperienze sessuali si accompagnano all’eccesso.
  • Malizia (1973) Uno dei più bei film erotici italiani di sempre, Malizia è diretto da Salvatore Samperi e vede l’avvenente Angela, interpretata da Laura Antonelli, sposarsi con un uomo da poco rimasto vedovo. Arrivata in casa di lui, la donna diventerà l’oggetto del desiderio del figlio Nino, il quale farà di tutto pur di conquistarla.

Film erotici su Netflix

Film erotici Netflix

Piattaforma tra le più popolari, Netflix offre un’ampia gamma di film di stampo erotico da poter recuperare. La maggior parte di questi sono titoli molto recenti, che però tanto hanno da offrire agli spettatori in termini di storie e loro messe in scena. Nel catalogo si possono ritrovare anche serie erotiche come Oscuro desiderio e Toy Boy, ma è sui film che ci concentriamo. Oltre a ritrovare titoli già precedentemente citati come Love, 50 sfumature di grigio e Giovane e bella, ecco altri celebri titoli erotici da poter recuperare.

  • 365 giorni (2020) Diretto da Barbara Białowąs e Tomasz Mandes. Il film è l’adattamento cinematografico del romanzo omonimo scritto da Blanka Lipińska. Nel film una donna è rapita da un potente boss mafioso che la imprigina dandole un anno di tempo per innamorarsi di lui.
  • Duck Butter (2018)  Commedia erotica di Miguel Arteta, nel film dopo essersi incontrate in un locale, due donne decidono di passare ventiquattro ore consecutive insieme per esplorare l’una intimità dell’altra. Tuttavia, le cose non vanno come previsto.
  • Amore & altri rimedi (2010) Con protagonisti due bellocci di Hollywood quali Jake Gyllenhaal e Anne Hathaway, in Amore & altri rimedi protagonista è Maggie, seducente spirito libero refrattario a qualsiasi legame, compreso quello che considera come una formidabile sfida personale, una relazione stabile, che trova pane per i suoi denti in Jamie Randall.
  • High Society (2018) E’ la pellicola coreana del 2018 nel quale la vice direttrice di una galleria d’arte e il marito, professore di economia che sogna la carriera politica, sono pronti a tutto pur di entrare nell’alta società.
  • Elisa e Marcela (2019) Diretto da Isabel Coixet il film è ambientato nel 19885 tra Elisa e Marcela nasce un’amicizia che si trasforma in un amore proibito, da tener nascosto, per gli usi dell’epoca. Nel 1901, una di loro si finge uomo, e le due convolano all’altare.
  • Dry Martina (2018) Dry Martina è il film spagnolo che racconta di Martina è una diva in declino, disillusa dall’amore dopo un divorzio. Tuttavia, quando incontra una giovane coppia con cui intraprende un viaggio, le cose sembrano prendere una svolta positiva.
  • Milf (2018) È la commedia francese diretta da Axelle Laffont, scritta da Jérôme L’hotsky e Stéphane Kramer, e con Marie-Josée Croze, Virginie Ledoyen e Axelle Laffont. Nel film durante le loro vacanze, le donne incontrano tre uomini sulla ventina – Julien, Paul e Markus (un ex amico di famiglia di Cécile), che lavorano in un club di vela locale. Gli uomini si interessano subito alle donne, che hanno definito ” MILF “. I 6 trascorrono così insieme la loro avventura estiva.
  • Unfaithful – L’amore infedele (2002) Diretto dal maestro del thriller erotico Adrian Lyne, il film ha per protagonisti gli attori Richard Gere e Diane Lane, una coppia sposata che si trova a dover fare i conti con il tradimento di uno dei due. Nasce da qui una torbida storia di gelosia e ossessione, arricchita da scene di sesso esplicite. Ad ogg, un cult imperdibile.
- Pubblicità -