Film Netflix: tutti i prodotti original da vedere sulla piattaforma

-

Ad aver contribuito alla rivoluzione dello streaming, che ormai da diversi anni caratterizza il panorama audiovisivo mondiale, ci ha pensato Netflix. Espansasi sempre più nel mondo, l’azienda è oggi una delle realtà più consolidate nella produzione e distribuzione di contenuti in streaming e nel giro di pochi anni ha dato vita ad alcuni dei prodotti più popolari degli ultimi tempi. Che siano lungometraggi o serie di vari formati, Netflix si sta dimostrando maestra nella realizzazione di opere capaci di parlare a spettatori di ogni provenienza geografia, età e genere sessuale. In particolare, di grande prestigio sono i film original prodotti da Netflix, i quali spaziano tra generi e target diversi.

Da diversi anni, infatti, i film Netflix occupano un posto importante nel panorama cinematografico mondiale, non solo perché questi titoli sono ormai una presenza fissa durante la stagione dei premi, ma anche perché sempre più autori di livello altissimo si rivolgono alla piattaforma della grande N rossa per farsi produrre le loro opere. Scorsese, Cuaron, Sorrentino, Soderbergh, Linklater, sono solo alcuni dei nomi che hanno scelto l’azienda streaming per poter dar luce ai loro progetti più complessi e ambiziosi, rifiutati dagli altri studios cinematografici. Con la sua distribuzione, inoltre, Netflix garantisce la presenza di queste opere in ogni parte del mondo, una cosa prima neanche lontanamente immaginabile.

Dopo aver visto l’elenco delle Serie TV Netflix da vedere, qui di seguito si propone un elenco di alcuni tra i più importanti. Si tratta di film che vanno dalla commedia al drammatico, dalla fantascienza all’horror, dal gangster movie al film d’animazione. Storie sempre diverse ma capaci di avere un linguaggio universale, fruibile da ogni parte del globo. Perdere alcuni di questi titoli, nella grande quantità di prodotti presenti in catalogo, è facile ed ecco dunque che potendone leggere qui si sarà forse invogliati a recuperarli. Al di là dei titoli più celebri, vi sono infatti tante piccole perle assolutamente meritevoli di una visione, dopo la quale si sarà ancor più contenti di aver sottoscritto un abbonamento a Netflix.

Film Netflix: i prodotti original da vedere sulla piattaforma

Film Netflix thriller

  • Il gioco di Gerald, di Mike Flanagan (2017). Una coppia cerca di ravvivare il suo matrimonio trascorrendo una notte in una casa sul lago. Quando il marito muore inaspettatamente, lei, legata al letto, deve lottare per sopravvivere e liberarsi. Adattamento dell’omonimo romanzo di Stephen King e interpretato da Carla Gugino, il film è un brillante concentrato di tensione, angoscia e paura, diretto dall’acclamato regista horror Mike Flanagan.
  • La donna alla finestra, di Joe Wright (2021). La dottoressa Anna Fox passa le sue giornate rinchiusa nella sua casa di New York, bevendo vino mentre guarda vecchi film e spiando i suoi vicini. Un giorno, guardando fuori dalla finestra, vede qualcosa che accade nell’abitazione dei Russell.
  • The Guilty, di Antoine Fuqua (2021). Nell’arco di una mattinata al centralino di emergenza della polizia, Joe Baylor, un operatore, cerca di salvare la vita di una persona in pericolo, ma presto scopre che le cose non sono come sembrano. Interpretato da Jake Gyllenhaal, questo film è il remake del danese The Guilty e proprio come quello anche questo rifacimento si svolge grossomodo tutto attraverso una semplice telefonata tra un’agente di polizia e un richiedente aiuto.
  • The Pale Blue Eye – I delitti di West Point, di Scott Cooper (2023). L’investigatore veterano Augustus Landor indaga su diversi casi di omicidi con l’aiuto di un giovane cadetto, che più tardi finisce per diventare un autore di fama mondiale, Edgar Allan Poe. Christian Bale torna a collaborare con Cooper per questo cupo thriller d’ambientazione ottocentesca, crepuscolare nei toni e nel racconto, ricco di mistero ma anche di intense emozioni.

Film-netflix-thriller

Film Netflix d’azione

  • Army of the Dead, di Zach Snyder (2021). In seguito ad un’epidemia di zombi a Las Vegas, una squadra di mercenari corre un grosso rischio intrufolandosi nella zona sotto quarantena per eseguire la più grande rapina mai tentata. Il nuovo adrenalinico film di Snyder vanta un cast composto da Dave Bautista, Ella Purnell, Matthias Schweighöfer e Ana de la Reguera, oltre ad innumerevoli spaventosi zombie che rendono il tutto estremamente più coinvolgente.
  • Red Notice, di Rawson Marshall Thurber (2021). Con protagonisti Dwayne Johnson, Ryan Reynolds e Gal Gadot. L’agente dell’FBI John Hartley deve affrontare un audace assalto ed è costretto a collaborare con il più grande ladro d’arte della storia, Nolan Booth, per catturare il ladro d’arte più ricercato al mondo di oggi, Sarah Black.
  • Triple Frontier, di J. C. Chandor (2019). Cinque veterani dell’esercito ed ex agenti delle forze speciali, trovandosi in ristrettezze economiche, si incontrano per pianificare una rapina a uno spacciatore in una zona di confine del Sud America. Questo adrenalinico thriller d’azione si caratterizza in particolare per il suo cast di g randi attori, tra cui spiccano i nomi di Ben Affleck, Pedro Pascal e Garrett Hedlund.

Film Netflix comici

  • Dolemite is My Name, di Craig Brewer (2019). La storia vera dell’artista comico Rudy Ray Moore, che dà vita ad un personaggio oltraggioso di nome Dolemite, nel tentativo di risollevare le sorti della sua carriera durante gli anni Settanta. Fortemente voluto da Eddie Murphy, che interpreta il protagonista, il film è una brillante commedia ambientata nel contesto della blaxploitation. È inoltre il film che ha permesso a Murphy di dare nuovamente prova del suo grande talento.
  • Don’t Look Up, di Adam McKay (2021). Una coppia di astronomi si accorge dell’esistenza di un meteorite in rotta di collisione con la Terra. I due scienziati cercano di avvertire tutti sulla Terra che il meteorite distruggerà il pianeta in sei mesi, ma nessuno sembra preoccuparsi realmente della cosa. Con ricco cast composto da Leonardo DiCaprio, Jennifer Lawrence, Maryl Streep, Jonah Hill, Mark Rylance e Cate Blanchett, il film di McKay è una dura satira nei confronti dell’attuale società, sempre più confusionaria a livello comunicativo e sempre pronta a dar credito alle persone meno adatte a gestire situazioni di crisi.
  • La Missy sbagliata, di Taylor Spindel (2020). Protagonista è Tim, il quale pronto per recarsi ad un importante evento aziendale nelle Hawaii, decide di invitare ad andare con lui una ragazza di nome Missy. Purtroppo per lui, si accorge di aver scritto alla Missy sbagliata, facendo dunque partire con lui una ragazza incontrata durante un appuntamento da incubo. Divertente commedia degli equivoci distintasi nel catalogo Netflix per essere un piccolo film ricco però di inaspettate sorprese.
  • You People, di Kenya Barris (2023). Una coppia di sposi e le loro famiglie affrontano l’amore moderno tra scontri culturali, aspettative della società e differenze generazionali. Il film è una commedia costruita a partire da uno spunto classico e proprio di film come il celebre Indovina chi viene a cena, interpretato da Jonah Hill ed Eddie Murphy. Uno spasso continuo durante il quale si può anche riflettere sulle tematiche proposte.
  • War Machine, di David Michod (2017). L’orgoglioso generale Glenn McMahon accetta prontamente la sfida impossibile di vincere una guerra impopolare. La sua arroganza, tuttavia, potrebbe rivelarsi il suo peggior nemico. Interpretato da Brad Pitt, questo film è una brillante commedia satirica sul tema della guerra, dove si da spazio ad una vera e propria messa alla berlina degli egocentrici generali e del loro modus operandi.

Film-netflix-comici

Film Netflix romantici

  • Da te o da me, di Aline Brosh McKenna (2023). Debbie e Peter sono migliori amici, nonché completi opposti. Debbie è una mamma abitudinaria di Los Angeles, Peter ha una vita frenetica a New York. Tutto cambia quando i due si scambiano casa e vita per una settimana. Reese Witherspoon e Ashton Kutcher, principi della commedia romantica, recitano insieme in questo tenero racconto di due persone agli opposti destinate ad incontrarsi e influenzarsi positivamente a vicenda.
  • Quattro a metà, di Alessio Maria Federici (2022). Luca e Sara sono fortemente tentati da mettere alla prova la molto romantica, ma poco scientifica teoria che ogni persona abbia un’anima gemella. I due allora decidono di invitare a cena quattro amici nubili. Interpretato, tra gli altri, da Matilde Gioli e Ilenia Pastorelli, il film è una brillante commedia romantica italiana, che offre risvolti imprevedibili e coinvolgenti.
  • The Kissing Booth, di Vince Marcello (2018). Elle riesce a baciare il ragazzo più bello della scuola, ma questo potrebbe significare la fine del rapporto con il suo migliore amico. La ragazza deve scegliere tra il ragazzo dei suoi sogni e l’amicizia. Interpretato da Joey King, questo film è uno dei maggiori successi di Netflix, nonché primo di una trilogia molto amata dai ragazzi.
  • Tutte le volte che ho scritto ti amo, di Susan Johnson (2018). Lara Jean scrive lettere segrete e piene d’amore ai cinque ragazzi per i quali ha una cotta, ma non ha intenzione di inviarle. Tuttavia, le lettere vengono spedite e scatenano il caos nella sua vita. Anche questo apprezzato film ha poi avuto due seguiti: P.S. Ti amo ancora e Tua per sempre.

Film Netflix horror

  • A Classic Horror Story, di Roberto De Feo e Paolo Strippoli (2021). Cinque persone viaggiano in camper per raggiungere una destinazione comune. Scende la notte e per evitare la carcassa di un animale morto, si schiantano contro un albero. Quando si riprendono, si ritrovano in mezzo al nulla. La strada su cui stavano viaggiando è scomparsa e c’è solo una foresta fitta e impenetrabile e una casa di legno nel mezzo di una radura, che scoprono essere la sede di un culto agghiacciante.
  • Annientamento, di Alex Garland (2018). Quando suo marito scompare nel corso di una missione misteriosa in una regione contaminata, la biologa Lena si unirà ad una squadra di sole donne per avventurarsi in quei luoghi, scoprendo verità terribili. Potente metafora della malattia umana, il film di Garland interpretato da Natalie Portman offre una ricca componente visiva unita a riflessioni esistenziali tutt’altro che scontate.
  • Bird Box, di Susanne Bier (2018). I sopravvissuti di un pianeta distrutto devono evitare di incrociare un’entità che assume la forma delle loro peggiori paure e li uccide. Nella speranza di trovare un rifugio sicuro, una donna e i suoi bambini attraversano la natura selvaggia, il tutto necessariamente a occhi chiusi. Questo film, una specie di A Quiet Place dove però invece del rumore occorre rinunciare alla vista, è uno degli horror più affascinanti di Netflix. Interpretato da Sandra Bullock, il film offre molto orrore celato e per questo ancora più spaventoso.
  • Mr. Harrigan’s Phone, di John Lee Hancock (2022). Un giovane stringe amicizia con un anziano multimilionario. Quando l’uomo muore, il ragazzo scopre di poter comunicare con il suo amico dalla tomba lasciandogli dei messaggi vocali sul telefono sepolto con lui. Tratto dall’omonimo racconto di Stephen King, questo film con Donald Sutherland è un horror particolarmente coinvolgente, che regala brividi ad ogni scena.
  • Non aprite quella porta, di David Blue Garcia (2022). Dopo quasi 50 anni di latitanza, Faccia di Cuoio ritorna per terrorizzare un gruppo di giovani amici idealisti che accidentalmente sconvolgono il suo mondo protetto, in una remota città abbandonata del Texas. Un sequel diretto del celebre film del 1974, un vero e proprio ritorno alle origini dove si assiste allo scontro tra l’unica superstite della follia omicida di Faccia di Cuoio e quest’ultimo.

Altri film prodotti o distribuiti da Netflix

  • 22 luglio, di Paul Greengrass (2018). L’attacco terroristico più grave della storia della Norvegia: un estremista di destra massacra settantasette ragazzi di un campo estivo giovanile, il 22 Luglio 2011. Presentato al Festival di Venezia, questo intenso dramma di produzione norvegese tratto dal libro Uno di noi – La storia di Anders Breivik (One of Us) di Åsne Seierstad ripercorre gli eventi dietro uno dei più brutali attentati terroristici degli ultimi anni.
  • Apollo 10½: A Space Age Childhood, di Richard Linklater (2022). Un uomo racconta la sua vita di bambino di 10 anni a Houston nel 1969, in una narrazione che intreccia elementi nostalgici al racconto fantastico e mirabolante di un viaggio sulla luna. Con il suo nuovo film realizzato con la tecnica d’animazione del rotoscope, Linlkater torna ai suoi temi più cari, dalla memoria al tempo, il tutto nella cornice di un’età magica come l’infanzia. Apollo 10½ non è un film canonico, quanto più un lungo ricordo di un’epoca e delle sue particolarità.
  • Beast of No Nation, di Cary Fugunaka (2015). Dopo che la sua famiglia è stata sterminata durante una sanguinosa guerra civile, un bambino africano si unisce ad un gruppo di mercenari, i quali lo trasformano in un giovane soldato. Uno dei primi film original di Netflix, Beast of No Nation è un intenso coming of age ambientato nel duro mondo dei bambini soldato. Interpretato da Idris Elba, si tratta di un’opera tanto bella quanto dura nel raccontare una realtà troppo spesso diffusa.
E stata la mano di Dio film recensione
Photo by Gianni Fiorito
  • È stata la mano di Dio, di Paolo Sorrentino (2021). Negli anni ’80 a Napoli, un ragazzo ha l’occasione di vivere uno dei sogni più grandi degli amanti del calcio, quando giunge nella sua città il goleador Diego Maradona, ma a questa grande gioia si accompagnerà una tragedia inaspettata. Il nuovo film di Sorrentino è anche il suo più personale, ispirato alla propria giovinezza, con episodi, personaggi ed emozioni provenienti da un passato lontano eppure ancora vivo. Struggente e delicato, è stato uno dei grandi protagonisti della recente stagione dei premi.
  • High Flying Bird, di Steven Soderbergh (2019). Quando la lega della pallacanestro tiene fuori uno dei suoi clienti, un agente sportivo progetta un piano audace per un giovane giocatore, sperando di salvare la sua carriera. Come per il suo precedente Unsane, anche per questo film Soderbergh si è avvalso unicamente di un iPhone 8 per le riprese. Interpretato da Zazie Beetz, High Flying Bird è uno degli original di Netflix meno noti, ma particolarmente meritevoli di una visione.
  • Il potere del cane, di Jane Campion (2021). George e Phil sono una coppia di fratelli che possiede un ranch nel Montana. Quando George sposa la giovane vedova Rose e la porta a vivere nel ranch, Phil prende di mira la donna e suo figlio Peter, tormentandoli senza sosta. Interpretato da Benedict Cumberbatch, Kirsten Dunst e Jesse Plemons, il nuovo film della Campion è uno dei più acclamati drammi dell’ultimo anno, vincitore di innumerevoli premi tra cui l’Oscar per la miglior regia.
  • I’m Thinking of Ending Things, di Charlie Kaufman (2020). Mentre sono in viaggio dai genitori di lui, per lei qualcosa va storto, ma fidanzato, famiglia e realtà frammentata non c’entrano nulla. Nuovo film scritto e diretto da Kaufman, I’m Thinking of Ending Things è pura espressione del suo autore, che porta lo spettatore in un viaggio nella mente dei suoi protagonisti, dando vita a situazioni particolarmente spaventose. Il film, che va dall’horror al musical, è uno dei più belli presenti su Netflix.
  • La ballata di Buster Scruggs, di Joel e Ethan Coen (2018). Antologia composta da sei cortometraggi ambientati nell’era postbellica seguita alla Guerra Civile Americana, durante la conquista delle nuove frontiere del Vecchio West. Inizialmente concepiti per essere gli episodi di una serie, i sei cortometraggi sono poi stati rielaborati in un unico lungometraggio, che ha tra i suoi protagonisti James Franco, Liam Neeson, Tim Blake Nelson, Zoe Kazan e Tom Waits.
  • Le strade del male, di Antonio Campos (2020). Predicatori diabolici, poliziotti corrotti e amanti omicidi: in un luogo totalmente sperduto, un giovane di forti valori ha sete di giustizia. Un grande cast composto da Tom Holland, Robert Pattinson, Bill Skarsgard, Sebastian Stan, Mia Wasikowska e Jason Clarke guida questo film ricco di personaggi  e situazioni, alla scoperta di quanto il male possa essere radicato nell’essere umano e tramandarsi attraverso le generazioni.
  • Glass Onion – A Knives Out Mistery, di Rian Johnson (2022). L’egocentrico multimilardiario Miles Bron, proprietario della Alpha Industries, invita i suoi amici a una fuga sulla sua isola greca privata. Quando qualcuno viene trovato morto, l’investigatore Benoit Blanc si occupa del caso. Dopo il successo di Knives Out – Cena con delitto, Johnson porta su Netflix questo sequel interpretato ancora una volta da Daniel Craig, affiancato da Edward Norton, Dave Bautista, Janelle Monae e Kate Hudson.
  • Malcolm & Marie, di Sam Levinson (2021). Lui sta per sfondare a Hollywood. La storia della fidanzata lo ha ispirato e adesso il loro amore verrà messo alla prova. Ambientato in un’unica grande villa, il film va alla radice di un rapporto sentimentale, caratterizzandosi per uno splendido bianco e nero e le interpretazioni di due soli attori, i bravissimi Zendaya e John David Washington. Divertente e struggente, è un altro piccolo gioiello di Netflix.
  • Mank, di David Fincher (2020). La Hollywood degli anni ’30 è rivalutata attraverso gli occhi e la graffiante ironia dello sceneggiatore alcolista Herman J. Mankiewicz, interpretato da Gary Oldman, mentre termina di scrivere Quarto potere. Per Netflix Fincher realizza un elegante dramma in bianco e nero, girato come fosse un film proveniente direttamente dagli anni Quaranta, per raccontare tanto un diverso punto di vista dietro uno dei più celebri film di sempre, quanto per proporre riflessioni sul dilagante imperialismo contemporaneo.

Mank film 2020

  • Okja, di Bong Joon-ho (2017). Per 10 anni idilliaci, la giovane Mija è stata custode e compagna di Okja, una creatura simile ad un ippopotamo, sulle montagne della Corea del Sud. Quando qualcuno tenta di separarli, la ragazzina parte per una missione di salvataggio. Diretto dal premio Oscar Bong Joon-ho, il film è un altro dei primi Netflix Original, presentato a Cannes e con un cast composto da Jake Gyllenhaal, Paul Dano, Tilda Swinton e Steven Yeun.
  • Per primo hanno ucciso mio padre, di Angelina Jolie (2017). Costretta a lasciare la sua casa durante l’ascesa al potere dei Khmer rossi, una ragazza orfana viene addestrata come soldato mentre i suoi sei fratelli vengono mandati nei campi di lavoro. La Jolie dirige un film di produzione cambogiano, adattando il romanzo Il lungo nastro rosso. Una storia struggente che fa luce su orrori di guerre poco note in Occidente.
  • Pieces of a Woman, di Kornél Mandruzco (2021). Martha sceglie di partorire in casa, assistita dal compagno Sean e dall’ostetrica Eva. A causa di un imprevisto, la neonata muore pochi minuti dopo il parto. La madre di Martha si batte affinché Eva sia condannata per negligenza. Presentato alla Mostra Internazionale d’Arte cinematografica di Venezia, il film è valso la Coppa Volpi a Vanessa Kirby, oltre a una lunga serie di riconoscimenti, culminati con la nomination agli Oscar.
  • Roma, di Alfonso Cuaron (2018). Cleo è una delle due collaboratrici domestiche che aiutano una coppia a prendersi cura dei loro quattro figli a Città del Messico. Tuttavia, una serie di complicazioni stanno per sconvolgere le loro vite. Vincitore del Leone d’Oro al Festival di Venezia e di tre Oscar (miglior regia, miglior fotografia, miglior film straniero), Roma è un viaggio nella memoria di Cuaron, che realizza qui il suo film più personale alla ricerca di quei momenti cruciali tanto nella sua vita quanto in quella del suo paese, qui raccontato attraverso gli occhi della domestica Cleo.
  • Storia di un matrimonio, di Noah Baumbach (2019). Un regista teatrale e la moglie attrice, un tempo felicemente sposati, intraprendono un lungo ed estenuante divorzio, che li pone di fronte ai loro limiti e alle necessarie rinunce con cui dovranno fare i conti. Interpretato da Adam Driver e Scarlett Johansson, il film è considerato il capolavoro di Baumbach. Un potente dramma che affronta in modo estremamente sincero e crudo la separazione e ciò che essa comporta, tanto nei suoi aspetti più evidenti quanto in quelli più privati. Un film tanto bello quanto doloroso.storia di un matrimonio venezia 76
  • Sulla mia pelle, di Alessio Cremonini (2018). Il 22 Ottobre 2009, Stefano Cucchi, arrestato per spaccio, muore in custodia delle forze dell’ordine. Il sospetto che l’uomo sia stato assassinato prende presto il sopravvento: per la famiglia inizia un doloroso percorso alla scoperta della verità. Con protagonista Alessandro Borghi, il film ripercorre in modo delicato e asciutto il calvario vissuto da Cucchi, spingendo verso la ricerca continua di quanto realmente accadde. Estremamente drammatico, il film ha anche il merito di aver riacceso l’attenzione sul caso Cucchi, portando a significativi risultati nel processo.
  • The Irishman, di Martin Scorsese (2019). La storia di Frank Sheeran, veterano di guerra e camionista, divenuto un sicario al soldo della malavita di Filadelfia e assoldato per uccidere il popolare sindacalista Jimmy Hoffa. Attraverso i suoi occhi si ripercorrono cinquant’anni di storia americana. Opera crepuscolare sul mondo dei gangster statunitensi, il film di Scorsese è un vero e proprio canto del cigno di un epoca ormai appartenente al passato, con personaggi un tempo iconici ormai ridotti alla più totale solitudine. Con protagonisti Robert De Niro, Al Pacino e Joe Pesci, The Irishman è uno dei più importanti film di Netflix.
  • The Meyerowitz Stories, di Noah Baumbach (2017). I Meyerowitz si riuniscono a New York per un evento che celebra le opere d’arte del padre. Se da piccoli i figli si contendevano l’amore paterno, adesso si ritrovano a nutrire l’ego dell’uomo e sono ai limiti dell’esasperazione. Interpretato da Dustin Hoffmann, Ben Stiller e Adam Sandler, il film di Baumbach ha ancora una volta al suo centro la famiglia, esplorata qui in tutte le sue disfunzionalità per farne emergere l’umanità apparentemente nascosta.
  • The Midnight Sky, di George Clooney (2020). Clooney dirige e interpreta un film di fantascienza in cui uno scienziato solitario nell’Artide cerca di avvertire astronauti di ritorno sulla Terra di una misteriosa catastrofe globale. Ricco di tematiche, dalla fine della vita sulla terra al rapporto tra genitori e figli, il film si interroga sui percorsi dell’umanità e sulla degenerazione della sua attività terrestre. Nel cast, oltre a Clooney, anche gli attori Felicity Jones e David Oyelowo.
  • The Other Side of the Wind, di Orson Welles (2018). Un regista di Hollywood ritorna dopo tanti anni dall’Europa con un progetto. Il suo obiettivo è terminare una pellicola innovativa e tagliente, in un’epoca in cui tutto è permesso. Rimasto incompiuto per circa quarant’anni, quest’ultimo film del grande Welles è infine stato completato con il supporto di Netflix. I cinefili di tutto il mondo possono così godere di un’opera complessa, frammentata, ma ricca di tutte le caratteristiche e le idee del suo immortale regista.
  • Ultras, di Francesco Lettieri (2020). Sandro è il capo degli Apache, gruppo ultras di Napoli. A seguito di episodi di violenza, all’uomo viene imposto un daspo, un divieto ad accedere alle manifestazioni sportive. Film di produzione italiana, Ultras è un titolo passato ingiustamente in sordina nel catalogo Netflix, ma che ha il pregio di offrire una fotografia di un mondo troppo spesso raccontato da altri più blasonati punti di vista.
Gianmaria Cataldo
Gianmaria Cataldo
Laureato in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dal 2018. Da quello stesso anno è critico cinematografico per Cinefilos.it, frequentando i principali festival cinematografici nazionali e internazionali. Parallelamente al lavoro per il giornale, scrive saggi critici e approfondimenti sul cinema.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

Becoming Karl Lagefeld Daniel Brhul

Daniel Brühl: “Karl Lagerfeld era un uomo pieno di contraddizioni”

Becoming Karl Lagerfeld, la nuova serie originale francese Disney+ è stata presentata oggi a Milano con la partecipazione di Daniel Brühl, attore protagonista che interpreta proprio...
- Pubblicità -